Ti aspettavo di J. Lynn

Buon lunedì a tutti voi amici lettori, oggi vorrei proporvi un’altra lettura, si tratta di Ti aspettavo di J. Lynn

La trama

Avery Morgansten decide di lasciare il suo paese e cambiare scuola, per non avere più contatti con il suo passato. Un passato che coinvolge in particolare  i suoi genitori e un trauma giovanile che l’ha profondamente sconvolta.  Si era prefissata  di tenere un profilo che le consentisse di passare inosservata ma accidentalmente incontra Cam, un ragazzo affascinate dal passato burrascoso che scompiglia i piani della protagonista. Tra i due nasce un’intesa che si trasforma in amore ma insieme dovranno affrontare il loro passato se vogliono costruire un futuro insieme.

La mia recensione

Di questo libro mi ha colpita il legame tra i due personaggi che arrivano a sostenersi a vicenda, ad essere l’uno per l’altra quell’ancora a cui ti puoi aggrappare quando ti senti smarrito. Anche se la storia non ha niente di eccezionale, perché non ha molti elementi che la rendono unica: comincia con lo scontro fisico dei due personaggi che fa nascere l’interesse di Cam che si fissa su Avery, ragazza che conosce appena e che a volte gli fa perdere la pazienza. La protagonista infatti è così decisa a proteggere il suo cuore che all’inizio rifiuta le avance di Cam, mentre invece molte lettrici non si sarebbero fatte sfuggire l’occasione di conoscere un ragazzo attraente e intrigante (e soprattutto chi non si farebbe fatta viziare dai suoi famosi biscotti ?). Nonostante ciò si arriva ad apprezzare i due protagonisti e anche i personaggi minori che ruotano attorno a loro come Brittany e Jacob.

Gli aspetti psicologici sono ben curati si riesce a comprendere che un trauma forte come l’abuso porti Avery ad avere un atteggiamento diffidente, ad avere paura di entrare in contatto anche fisico con altre persone ma è un po’ surreale il fatto che Cam non molli la presa. Nonostante i rifiuti continua a chiedere alla protagonista di uscire, mentre un’altra persona invece avrebbe desistito.

Lynn_Ti aspettavo

È un libro toccante che offre una lezione di vita. Nel romanzo infatti c’è una frase che mi ha colpita ed è “La situazione non è disperata se fuori c’è il sole”. Un motto che  ti invita a sperare, a credere che i problemi un giorno finalmente si risolveranno e che ogni pezzo della vita andrà al posto giusto. Questo è l’insegnamento che i due protagonisti traggono dopo un lungo percorso che li porta ad affrontare i fantasmi del loro passato e ad ammettere ciò che provano l’uno per l’altro. Tra i due infatti all’inizio non c’era molta sintonia, si ritrovano a punzecchiarsi l’un l’altro in battibecchi che definirei ad “alta tensione” ed è proprio questo che rende accattivante il romanzo e ne rende piacevole la lettura e sono proprio lo stile caratteristico dell’autrice . Ma è  il percorso che intraprendono i due personaggi che mi ha fatto innamorare di questo libro, che insegna che non bisogna nascondersi ma essere coraggiosi e affrontare i propri demoni, solo così si può arrivare a conoscersi meglio e stare bene anche con gli altri.