Recensione Playllist. L’amore è imprevedibile di Jen Klein

Buongiorno a tutti amici lettori. Spero vi stiate godendo queste fredde giornate d’inverno magari in compagnia di un bel libro e di una bella tazza di cioccolata calda. Altrimenti sono qui pronta a tenervi compagnia con una buona recensione. Oggi vi consiglio Playlist. L’amore è imprevedibile di Jen Klein.

La trama:

Che cosa c’è di meglio del momento in cui ti rendi conto che il liceo sta per finire e la tua vera vita sta per cominciare? Niente, June ne è convinta. Diciassette anni e le idee chiare sul futuro, non vede l’ora di lasciarsi alle spalle la cittadina in cui è cresciuta e tuffarsi a capofitto nella nuova avventura del college. Al contrario di Oliver, l’atleta più popolare della Robin High, che vorrebbe che l’ultimo giorno di scuola non arrivasse mai. June e Oliver non hanno davvero nulla in comune. Potrebbero non rivolgersi mai la parola.
Potrebbero far finta di non conoscersi. E invece. Invece il destino ha voluto diversamente. Perché le loro madri sono amiche per la pelle e hanno deciso che Oliver accompagni June a scuola in macchina. Tutti i maledettissimi giorni. A un tratto, June e Oliver sono costretti a passare parecchio tempo insieme. Peccato che non abbiano niente, ma proprio niente di cui parlare. E allora decidono di mettere la musica. Ma cosa succede quando un’anima rock come quella di June ne incontra una pop come quella di Oliver? Una guerra! Una sfida per il controllo della playlist… finché non accade qualcosa di totalmente imprevedibile. Perché a volte basta la canzone giusta al momento giusto e tutto cambia.

 

  • Titolo: Playlist. L’amore è imprevedibile
  • Autore: Jen Klein
  • Editore: DeA
  • Data pubblicazione:
  • Numero pagine: 374
  • Prezzo cartaceo: 12,67€
  • Prezzo Kindle: 6,99€
  • Narrazione: Prima persona

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La mia recensione:

Se cercate un romanzo leggero, delicato, che sappia toccarvi il cuore Playlist . L’amore è imprevedibile di Jen Klein è il libro che fa per voi.

Di questo volume ho apprezzato sopratutto gli scenari, per la classica atmosfera da liceo americano e i personaggi che si incontrano. Di questo romanzo mi ha catturato la figura di June, protagonista la quale deve condividere il tragitto da casa a scuola con Oliver, il ragazzo più popolare e affascinante del liceo, nonchè figlio della migliore amica di sua madre. L’ho apprezzata perchè appare molto lucida quando si tratta di parlare di sentimenti, decisa e e onesta. Sa perfettamente ciò che vuole dalla sua vita. L’unica pecca è che è un po’ e ha paura di prendere la patente e guidare.

Oliver invece mi ha conquistato con la sua simpatia, la sua innocenza. Per il fatto che nonostante le divergenze riesca a comprendere perfettamente i sentimenti e le emozioni di June. Anche perché hanno in parte esperienze simili. Infatti sono figli unici con genitori separati. Inoltre l’ho apprezzato perché riesce a mettersi in gioco. Riesce in qualsiasi campo. Si mette pure alla prova ai fornelli dando prova di essere anche un ottimo cuoco.

Inoltre anche i personaggi che contornano questi due protagonisti sono ben resi e caratterizzati. Sono figure per cui si finisce per affezionarsi. Per esempio sono stata rapita dal personaggio di Shaun. Miglior amico di June. Conquista per la sua spontaneità e simpatia. Mi sono affezionata a lui e ho condiviso con lui la scelta di fare outing, parlare apertamente ai suoi genitori e presentare loro il suo fidanzato.

Mi hanno fatto ridere le madri dei due protagonisti. Due mamme super amiche l’una dell’altra, che sanno appoggiarsi a vicenda. Inoltre mostrano anche il loro lato sbarazzino concedendosi pazze serate in cui finiscono per sbronzarsi come due adolescenti.

Tutti questi personaggi contribuiscono a formare un quadro unico, spassoso, che tiene a avvinto il lettore il quale ad appassionarsi alle vicende di June e Oliver. Chi legge arriva a sostenere June nelle sue scelte amorose e condivide con lei la speranza di essere ricambiata in amore. Si trova a sorridere davanti al comportamento non proprio da genitore esemplare delle madri dei due protagonisti e davanti alla simpatia di Shaun.

Chi legge si trova catapultato nel bolide con Oliver e June e a ridere davanti ai loro battibecchi in fatto di gusti musicali. Già perché June ha gusti punck che non si conciliano con quelli più commerciali di Oliver.

Dunque un libro altamente coinvolgente di cui il vero protagonista è il bolide. la macchina da cui tutto inizia. Lei permette l’incontro tra i due personaggi principali, custodisce i loro diverbi in fatto di gusti musicali e conserva la loro preziosa amicizia che nasconde qualcosa di più profondo. Un romanzo vivamente consigliato a chi vuole fare un viaggio on the road con in compagnia di figure spassose e a suon di musica puck e rock.