Recensione Persi di vista.com di Marie-Aude Mural

Buongiorno a tutti amici lettori! Oggi mi rivolgo in particolare ai ragazzi, ai giovani che vogliono leggere un bel romanzo che abbia suspense e personaggi ben caratterizzati. Siete pronti allora? Perché oggi vi consiglio Persidivista.com di Marie-Aude Mural.

La trama

Ruth, 14 anni, si registra sul sito web persidivista.com e carica una vecchia foto in bianco e nero della classe di liceo di suo padre, per capire tra le due bionde con gli occhi color nocciola nella foto, chi sia, rispettivamente, la madre di Ruth e la sua sorella gemella. La foto di classe sveglia ricordi terribili. La zia in realtà è stata vittima di un omicidio, rimasto irrisolto. E tutto sembra mettere in discussione una delle persone che Ruth ama di più al mondo, suo padre.

  • Titolo: Persidivista.com
  • Autore: Marie-Aude Mural
  • Editore: Giunti
  • Data uscita: maggio 2017
  • Numero pagine: 319
  • Prezzo cartaceo: 14,90 €
  • Prezzo Kindle: 8,99 €
  • Narrazione: terza persona

 

 

 

 

 

 

La mia recensione

Nonostante non sia un’ amante del genere giallo, ho davvero apprezzato questo libro. Innanzitutto perché mi ha saputo coinvolgere. L’autrice è stata abile nel creare una trama avvincente che fa tenere incollato il lettore fino alla fine del libro. Lo rendono smanioso di scoprire se verrà scoperto il colpevole. Ma anche curioso di sapere se i suoi sospetti sono indirizzati verso la soluzione del giallo.

Ho trovato che anche i personaggi siano stati ben costruiti e caratterizzati. Risultano persino più complessi di altri di cui ho letto in altri romanzi. Le figure che maggiormente hanno catturato il mio interesse sono stati Ruth. L’ho gradita per il suo spirito indagatore e per la sua fede incrollabile in suo padre. Quest’ultimo viene sospettato di duplice omicidio. Quello di Marie-Eve, sorella di sua moglie Eve-Marie e quello della signora Alice. Interessante anche la figura di Deborah, perché incoraggia l’amica Ruth a mettere la foto di sua madre sul sito persi di vista.com per avere maggior informazioni a riguardo, per scoprire perché nella foto suo padre stringe la mano alla sorella di sua madre e non a quest’ultima. Il personaggio più intrigante è Martin Cassel, perché risulta più complesso e meglio caratterizzato psicologicamente. Se vuole dimostrare di non essere il vero colpevole deve difendersi dalle accuse. Di lui colpisce il suo amore verso le sue figlie. Un amore profondo, intenso. Da lasciare senza fiato. Un amore talmente grande da far stupire anche il lettore, che si chiede come un uomo che all’apparenza sembra una brava persona possa essersi macchiato di un crimine così orribile. Infine Kim, che si trova a dover condurre le indagini sull’omicidio per il quale Cassel è sospettato. Quest’ultima riesce a non lasciarsi condizionare dai falsi indizi e a far sì che emerga il vero colpevole. Una figura che risulta anche simpatica e astuta visto il modo in cui svolge le ricerche.

Inoltre ho gradito le ambientazioni parigine e romantiche che si ritrovano nel volume e che creano un effetto di contrasto con la trama oscura del racconto.

Dunque un giallo ben riuscito, ricco di suspense e colpi di scena che non mancheranno di stupire tutti gli appassionati di questo genere. A voi cogliere gli indizi e scovare il colpevole. Come dei veri Sherlock Holmes.