Recensione libro: Volevo una quarantadue di Tiziana Irosa

Buongiorno cari amici lettori. Siamo sempre qui per voi a tenervi compagnia con i nostri consigli per le vostre letture. Quest’oggi vogliamo suggerirvi un volume che è un inno al volersi bene, all’apparenza per come si è. Stiamo scrivendo di Volevo una quarantadue di Tiziana Irosa.

La trama

Allegra è una trentacinquenne come tante, e come tante è ossessionata dall’idea della dieta. Nella sua vita ne ha iniziate a decine, ma non ne ha mai portata una alla fine. La tentazione di mangiare supera di molto la voglia di digiunare e soffrire. Al ritorno da un week-end dove è stata all’ennesimo matrimonio-abbuffata, decide di uscire con gli amici di una vita per una serata all’insegna del divertimento e della spensieratezza. Per ricordarsene immortalano alcune scene. L’indomani mattina decide di inviare una di quelle foto a Valentina, la sua amica del cuore.

Ma qualcosa non va per il verso giusto, e una di quelle immagini finisce nella casella di posta di un collega di Vale. Da quel momento un fitto scambio di e-mail farà nascere un sentimento profondo tra i due ragazzi. Allegra non conosce quasi niente di Richard, questo è il nome dello sconosciuto, ma ne è terribilmente attratta.
Allegra apre il suo cuore, ma non vuole incontrarlo per via delle sue rotondità. È sicura che se la vedesse per come si vede lei, una foca monaca, lui la mollerebbe seduta stante.

Un giorno, dopo aver provato l’ennesima dieta miracolosa proposta dal web, con risultati deludenti, si decide ad andare da una dietologa e a seguire un vero programma nutrizionale al quale affianca un’attività fisica regolare sempre più intensa. Ha deciso che è il momento di cambiare vita.

Insieme a Valentina andranno a tutte le prove gratuite nelle palestre di Bergamo e dintorni provando le discipline più strane, rischiando di rimanere offese.
Dopo mesi di continui scambi di e-mail Allegra e Richard decidono di incontrarsi, ma il destino ci metterà lo zampino. Quella sera Allegra conoscerà Killian e da quel momento tutto cambierà. Adesso ci sono due uomini nella vita di Allegra, due uomini così diversi che insieme si completano.

In tutto questo Allegra affronterà la sfida più importante: quella con sé stessa, la sua pigrizia e la sua acerrima nemica: la bilancia. Riuscirà ad arrivare all’agognata taglia 42?

 

  • Titolo: Volevo una quarantadue
  • Autore: Tiziana Irosa
  • Editore: Self-publishing
  • Genere: Romanzi rosa
  • Data pubblicazione: 2020
  • Numero pagine: 247
  • Prezzo e-book: 0,99€
  • Prezzo copertina: 9,90 €
  • Narrazione: Prima persona

 

 

 

 

 

 

 

La mia recensione

Avevo letto Maledetta Cenerentola ed ero curiosa di avventurarvi in altra lettura di questa autrice formidabile.

Volevo una quarantadue ed è stata proprio una botta di autostima che mi mancava. L’ho trovato ancor più godibile di Maledetta Cenerentola, perché qui i personaggi sono stati meglio caratterizzati e resi ancor più interessanti.

Qualunque donna potrà riconoscersi in Allegra. Donna che è sempre in lotta con la bilancia, sempre pronta a trovarsi difetti che non ha.
Una protagonista che ha una determinazione travolgente, capace di contagiare il lettore e spingere anche lui all’azione.

Questa protagonista mi ha letteralmente conquistata perché l’ho trovata grintosa, capace di affrontare anche le sfide e gli obiettivi che si prefigge.

Inoltre sa farsi valere e rispettare. Anche in amore è disposta ad andare fino in fondo ma senza scendere a compromessi.

Infatti,  quando per colpa del caso intrattiene una corrispondenza digitale con un’uomo che si fa chiamare Richard, vuole piacersi di più ed arrivare a raggiungere l’obiettivo di portare una taglia quarantadue.

Ad una festa, in cui accompagna una sua amica conosce però un’altro uomo, Killian, una persona reale che la attrae ancor di più di quella virtuale.

Il dilemma nel cuore della nostra chimica Allegra è grande. Killian però saprà farsi spazio nel cuore della nostra protagonista che scoprirà anche chi è il misterioso ragazzo del mistero.

Il personaggio maschile, Killian, risulta affascinante e affabile. Il classico principe azzurro delle fiabe che però ha anche un lato capace di tormentare il cuore di qualunque principessa.

Per certi aspetti mi sarebbe piaciuto che fosse stato ancor meglio caratterizzato e che avesse posseduto un pizzico di testosterone in più.

La narrazione è il vero punto di forza di tutto il romanzo. È avvincente, briosa e stimolante. Resa ancor più accattivante da un pizzico di ironia e un tocco femminile che non guasta mai.

Davvero la nostra Allegra, proprio come una coach, saprà trasportarvi e motivare anche voi a raggiungere i vostri obiettivi.

Quindi se volete leggere qualcosa di leggero, che vi dia la carica giusta e che sia per voi motivo di ispirazione questo è il romanzo giusto per voi.

Questo volume tratta anche temi profondi come la violenza.

Un romanzo che vuole essere un inno a trovare l’amore verso se stessi per voler bene agli altri. Un invito a cercare la propria felicità e trovare il coraggio di fare quel cambiamento che per paura o indecisione non siamo pronti a farlo.

Un volume del quale non vi pentirete di aver fatto l’acquisto.
Dunque non ci resta che invitarvi alla lettura di questo romanzo cliccando sul link che vedete qui sotto e…

BUONA LETTURA!!!