Recensione libro Unpopular di Freya Dakets

Buongiorno liberi e libere. Se non sapete come passare queste piovose giornate di primavera e siete alla ricerca di un libro che vi metta di buon umore e vi incuriosisca siamo qui per suggerirvi il volume che fa al caso vostro: Unpopular di Freya Dakets.

La trama

Zoe ha diciassette anni, una smodata passione per la lettura e una spiccata tendenza a incasellare le persone in categorie. Per lei esistono i nerd, le cheerleader senza cervello e gli odiosi giocatori di football che considera “scimmioni con un ego smisurato”. Quando però si trasferisce in una nuova città, a casa del compagno della madre, è costretta a cambiare punto di vista. Il destino, infatti, vuole che Kyle, il suo fratellastro, sia proprio il capitano della squadra di football della loro scuola. E sebbene non sia affatto il tipo di ragazzo con cui avrebbe scelto di avere a che fare, Zoe, suo malgrado, si troverà a trascorrere gran parte del tempo con lui e i suoi migliori amici, nonché compagni di team: Logan, Dave e Seth. Tra scherzi di cattivo gusto e piacevoli sorprese, segreti sconvolgenti e innamoramenti intensi e veloci come un temporale estivo, Zoe scoprirà che nessuno è davvero come si mostra all’esterno e che il cuore può giocare brutti scherzi e avere ragioni che davvero la ragione non conosce…

  • Titolo: Unpopuarl
  • Autore: Freya Dakets
  • Editore: Leggereditore
  • Anno pubblicazione: Gennaio 2019
  • Pagine: 288
  • Narrazione: Prima persona
  • Genere: Young Adult

 

 

 

La mia recensione

Un romanzo che approfondisce bene il tema del primo amore. Quello che fa battere forte il cuore e fa venire le farfalle allo stomaco. In un eta, l’adolescenza, nella quale si è insicuri e si sperimentano nuove emozioni. Un periodo della vita nella quale si è incerti su tutto. Ci si chiede se il primo amore è quello giusto o invece non lo sia qualcun’altro o ci si interroga su ciò che si vuole fare veramente nella vita finito il liceo. Ecco Unpopular è tutto questo e molto di più.

Sono rimasta conquistata dall’atmosfera tipicamente liceale che trasuda dalle pagine di questo romanzo e soprattutto dai personaggi che questa giovane e promettente scrittrice ha realizzato con abile maestria. Figure per le quali si finisce per affezionarsi e incuriosirsi perché in Unpopular si respira anche aria di mistero, fatta di segreti nascosti perché troppi pericolosi per essere svelati.

Per essere più pratici farò una breve descrizione di ogni personaggio e delle sue principali caratteristiche (inoltre per rendere il tutto più simpatico aggiungo alla descrizione una immagine di come mi figuro alcuni dei personaggi descritti in caso di un ipotetico cast ) :

Zoe: detta anche sarcastic girl ( indovinate per quale motivo ?). È la protagonista di questo romanzo. Ha 17 anni ed è una nerd. Appassionata di libri e serie tv. Poco portata per i rapporti personali.  È costretta a trasferirsi con sua madre nella casa del suo compagno. Scopre anche di avere un fratellastro con il quale intrattiene un rapporto che fa scintille. Fatto di scherzi perfidi e battute sarcastiche. Una figura nella quale mi sono pienamente immedesimata perchè come lei preferisco rifugiarmi tra i libri e le serie tv. Inoltre come lei mi diletto a scrivere e all’occorrenza so tirare fuori la mia dose di sarcasmo.

Kyle: fratellastro della nostra figura principale, nonché capitano della squadra di football della scuola Peonia High School. Sembra più interessato a divertirsi che a impegnarsi nello studio ma in realtà nasconde una vena da vero nerd, super intellettuale. Inoltre si rivela molto protettivo nei confronti della protagonista e dei suoi amici.

La figura che meglio viene approfondita caratterialmente. Di lui la protagonista afferma che “è la persona più innamorata della vita che conosca. E’ una di quelle persone che cercano con tutte loro stesse di vivere ogni giorno al meglio. Forse perchè influenzato dalla morte di sua madre”

 

Max (padre di Kyle) e la madre di Zoe: genitori di queste figure appena citate. Cercano di educare al meglio i loro figli e vogliono realizzare il loro sogno di sposarsi. Loro me li immagino proprio come i genitori del famoso Ron Weasly della saga di Harry Potter. Super apprensivi ma anche comprensivi.

Logan: studente della Peonia High School, amico di Kyle e Zoe, anche se con quest’ultima instaura un legame che va ben al di là della pura e semplice amicizia. Lo caratterizzano i suoi addominali (infatti penso che qualsiasi lettrice abbia invidiato la nostra fortunata protagonista per aver trovato questo raro esemplare di tartaruga!!!).

Oliver: una figura difficile da inquadrare. Studente del liceo frequentato anche dalle figure principali, lavora in una libreria nella quale Zoe adora andare. Sembra celare un terribile segreto riguardo ad una ragazza che ha compiuto un atto estremo.

Daisy: ragazza a capo del giornalino studentesco al quale partecipa anche la nostra Zoe. Una figura curiosa, sempre a caccia di uno scoop e che tenta sempre di scoprire la verità riguardo alle voci che girano per il liceo. Inoltre è l’amica che chiameresti in caso di bisogno. Appare sempre disponibile e cerca di sempre di tirare su di morale i suoi amici quando si sentono giù.

 

Maya: studentessa e amica di Zoe e Daisy. Appare un po’ strana. Circolano strane notizie su di lei e specialmente riguardo al rapporto che ha con il suo ragazzo e ad una sua presunta dipendenza da cocaina. Mi è sembrata la figura più dolce che ho trovato in questo romanzo. Pensa che l’amore voglia dire essere dipendenti da una persona che non ci merita quando invece dobbiamo saper bastare a noi stessi o meglio a riconoscere che l’amore è ben altro, è libertà, comprensione, reciprocità.

Blaire: Nominata anche la rossa. Capitano della squadra delle cheerleader ed è una stronza patentata. In realtà la sua è solo una facciata per nascondere le sue insicurezze. Una figura che mi ha colpito perchè arriva a cambiare drasticamente e invece che odiare la nostra Zoe si ritrova a collaborare con lei.

 

Mary: studentessa della Peonia High School che nasconde un segreto. Su di lei girano un sacco di voci anche perchè è stata assente da scuola per parecchio tempo e Zoe vuole scoprire se quelle voci siano vere. Un personaggio che si mostra per quello che non è, appare una buona amica ma invece…. Ma leggete e scoprirete meglio questa figura. Di lei dice la protagonista “Per un periodo della vita ho odiato Mery. La sua capacità di essere forte, sè stessa, femminista, il fatto che nulla sembrasse turbarla”.

Dave: anche lui frequenta lo stesso liceo delle figure principali. Ha alle spalle un terribile passato per il quale non si riesce a dare pace e per il quale soffre ogni giorno perdendosi però il bello che l’aprirsi verso le novità e agli altri possono regalare. Appare anche poco socievole e taciturno. Me lo immagino un po’ come Mr darcy. Comunque è una figura che mi ha intrigato e nella quale mi sono rispecchiata un po’ per il fatto dell’essere poco socievole e poco aperto verso gli altri dopo avere superato un brutto trauma.

Lui stesso si descrive come segue: “So di non avere un buon carattere. So di avere un pessimo carattere in realtà. Sono un tipo schietto e, come dici tu, freddo. Tendo a non fidarmi delle persone perchè tendo a non affezionarmi a loro. In realtà credo di non sapere neanche come comportarmi con le persone. Ho sempre paura di sbagliare”.

Seth: l’immancabile amico gay (di Kile e Logan) che però non si decide mai a fare cooming out per paura di non essere più accettato dagli amici. Risulta il più tenero tra i tutti i personaggi.

 

Mike: classico ragazzo attaccabrighe del liceo. Se vedete una rissa  potete stare certi che sia stato lui a farla scatenare o che comunque ci sia il suo zampino. Desidera la nostra protagonista a tutti i costi e per motivi che ci sono ignoti. Una figura che ho fatto davvero fatica a comprendere.

Tutte queste figure citate sopra si intrecciano e formano la trama di Unpopular tutta ambientata in pochi ma ben delineati scenari: la Peoria High School che è il fulcro, il perno attorno al quale ruotano tutti gli eventi, la casa dove abitano le due figure principali e le varie confraternite dove il lettore può incontrare i vari personaggi e farsi coinvolgere nelle loro vicende.

Tutto questo ovvero ambientazione e personaggi è reso tutto ancora più accattivante dallo stile e dalla vena sia sarcastica che romantica che esce dalla penna di questa giovane autrice della quale spero di leggere altri suoi scritti.

Consigliato a tutti quelli lettori e quelle lettrici che non trovano il coraggio di essere se stessi. Perché questo volume incita ad uscire dalla propria zona di confort, a rischiare per scoprire finalmente tutte le nostre potenzialità anche quelle nascoste che non si sapeva di possedere.

Questo libro coinvolge il lettore e lo sprona ad uscire dai propri schemi per trovare il tanto agognato vero amore .Quello con la A maiuscola.Inoltre insegna che niente è come sembra, che bisogna essere degli acuti osservatori perchè le persone spesso indossano una maschera per nascondere la propria vera identità e che sta a noi farla cadere e lasciare che si rivelino per quello che sono.

Sperando che questa recensione vi abbia intrigato e messo la voglia di scoprire più a fondo la trama, lascio a voi proseguire la lettura e immergervi nelle avventure di questo gruppo che di sicuro saprà tenervi col fiato sospeso. Saprà incuriosirvi e vi terrà incollati fino all’ultima pagina per scoprire la verità su ognuno di loro e sopratutto indagare sul motivo per il quale alcuni di loro si dimostrano per quello che non sono.

Buona lettura mie libere e liberi. Non dimenticate di cliccare sul link che vedete qui sotto se volete procedere all’acquisto di questo romanzo.