Recensione libro: Un anno per un giorno di Massimo Bisotti

Buongiorno carissimi liberi e libere. Siamo sempre qui per voi a tenervi compagnia con i nostri consigli per le vostre letture. Oggi vogliamo proporvi un libro adatto a tutti i romantici e a coloro che almeno una volta nella vita avrebbero voluto tornare indietro nel tempo per poter cambiare le cose. Stiamo scrivendo di Un anno per un giorno di Massimo Bisotti edito da Mondadori.

La trama

Noi amiamo essenzialmente quello che ci manca.

Alex Gioia è uno dei più famosi cantanti italiani. La sua vita, baciata dal successo, è attraversata da un cruccio che lo tormenta: non aver potuto vivere fino in fondo la sua storia d’amore con Greta, una ragazza più giovane di lui, conosciuta durante un evento a Napoli. Alex e Greta si sono rincorsi, si sono sfiorati, ma il momento per loro non è stato mai quello giusto.

Da qualche tempo Alex si è trasferito a Parigi, per riprendere fiato in una città in cui non conosce nessuno e nessuno lo conosce, per ritrovare la sua ispirazione perduta. Un giorno, in metrò, si incuriosisce osservando una donna che scende sempre a fermate diverse con persone diverse, facendo delle bolle di sapone. Ne resta affascinato, si presenta e si ritrovano a parlare di occasioni mancate e di rimpianti. Improvvisamente Nirvana, questo è il nome della ragazza, offre ad Alex un dono: un tubo di bolle di sapone. Un tubo magico, gli spiega, e ogni volta che soffierà potrà tornare a un giorno del suo passato, e cambiarlo. Ma ogni viaggio avrà un prezzo. Per ogni tentativo fatto per tornare indietro nel tempo, Alex dovrà dare in cambio un anno della sua vita. Un anno per un giorno.

Alex torna all’albergo in cui vive, credendo sia uno scherzo. Finché, ripensando a Greta, non osserva il tubo e viene preso dalla voglia di soffiare. E se Nirvana avesse detto la verità? Se davvero il passato si potesse cambiare?

A due anni dallo straordinario successo del Quadro mai dipinto, Massimo Bisotti torna in libreria con il suo nuovo romanzo. Le meditazioni sui temi fondamentali dell’esistenza umana, quali il tempo e la sua stretta connessione con il caso, il destino e il vero amore, si inseriscono in una trama avvincente e metafisica. Ambientato tra Parigi e Napoli, di cui Bisotti come nessuno sa restituire l’incanto e la bellezza, e popolato di personaggi indimenticabili, come il concierge Etienne e la bellissima modella Charlotte – rimasta paralizzata dalla vita in giù dopo un incidente – che Alex ha conosciuto sulla tomba di Oscar Wilde al cimitero di Père-Lachaise, Un anno per un giorno è un libro emozionante, inatteso, profondo.

L’autore

Massimo Bisotti è nato e vive a Roma, ha studiato Lettere, suona il pianoforte ed è appassionato di psicologia. Dice di sé di avere iniziato a scrivere perché le sue parole rimarginassero le ferite e si chiudessero in cicatrici. Nel 2012 ha pubblicato il suo romanzo di esordio La luna blu (prima edizione Psiconline, seconda edizione 2013 Ultranovel), che è stato uno dei casi editoriali dell’anno. Il successo è stato confermato e accresciuto dal romanzo seguente, Il quadro mai dipinto (Mondadori), uno dei libri più letti degli ultimi anni. Nel 2015, ancora per Mondadori, ha ripubblicato i Foto/grammi dell’anima, una raccolta illustrata di favole, scritte a poco più di venti anni. Un anno per un giorno è il suo nuovo romanzo.

 

  • Titolo: Un anno per un giorno
  • Autore: Massimo Bisotti
  • Editore: Mondadori
  • Genere: Narrativa italiana contemporanea
  • Data pubblicazione: 10 maggio 2016
  • Numero pagine: 232
  • Prezzo e-book: 6,99 €
  • Prezzo copertina: 13,00 €
  • Narrazione: terza persona

 

 

 

 

 

La mia recensione

Ci sono libri sui quali riponi molte aspettative ma che purtroppo, essendo troppo alte, vengono deluse.

Così è stato per me l’incontro con Un anno per un giorno di Massimo Bisotti. Perché anche se scritto bene , dopo aver concluso la lettura non ti rimane nulla. Solo tante belle frasi che potrebbero essere inserite all’interno dei Baci Perugina.

La trama di per se è originale. Leggiamo di Alex Gioia. Cantante di discreto successo che si innamora di Greta, una sua fan.

La loro storia d’amore è piena di ostacoli. La differenza di età, i genitori di lei, il fatto che Greta dia più importanza a ciò che pensano gli altri e che per questo non si dia totalmente al cantante. Tutto ciò rende la loro relazione tormenta è impossibile.

Ma come si afferma nel libro “ Noi amiamo essenzialmente ciò che ci manca” e leggiamo quindi della mirabolante impresa di Alex di cambiare il tempo e fare in modo che la sua storia con la sua Greta abbia una possibilità.

Il problema è che questa vicenda sarebbe molto avvincente e romantica se non fosse che al suo interno troviamo lunghe riflessioni sul tempo, l’amore è l’esistenza che rendono il tutto pesante da leggere.

Anche io ho trovato difficoltà ad arrivare alla fine del libro.

Il romanzo infatti appare come un lungo, straziante monologo da parte di un uomo che ama troppo, troppo intensamente.

Alex è un personaggio d’altri tempi, ben tratteggiato. Un uomo di rara sensibilità, che conquista . Credo che ogni lettrice avrebbe voluto essere amata da lui. Tranne la sfuggente Greta.

La bellezza di questo personaggio non basta però a rendere il testo imperdibile. Perché ci sono spunti che avrei preferito fossero più approfonditi, come l’incontro con Chsrlotte e con un suo lontano parente a Parigi. Spunti che se approfonditi credo avrebbero alleggerito la narrazione.

E soprattutto il finale non ha saputo regalarmi una sorpresa. Perché purtroppo risulta scontato, troppo romantico e sdolcinato.
Per carità, un finale che rende giustizia al protagonista che vede ripagati i suoi sforzi nel tentativo di cambiare e giocare con il tempo.

Un volume che si inserisce perfettamente nella narrativa contemporanea. Introspettiva e indagatrice. Che si interroga sull’esistenza e sui sentimenti. Facendoli risaltare e offrendo loro la giusta importanza.

Consigliato a chi ha un animo romantico, dolce e sensibile. A chi vuole leggere un volume ricco di brillanti riflessioni anche filosofiche.

Adatto a chi ha un carattere calmo, meditabondo.

Quindi non resta che invitarvi alla lettura di questo romanzo cliccando sul link che vedete qui sotto e…

BUONA LETTURA!!!