Recensione libro: Storia di due anime di Alex Landragin

Buongiorno carissimi liberi e libere. Qui è Luna a tenervi compagnia con altri consigli per le vostre letture. Quest’oggi voglio suggerirvi un romanzo che vi ipnotizzerà e vi trasporterà in una vicenda intrigante e che sembra senza fine. Un racconto enigmatico che racchiude al suo tre storie uniche che offrono al lettore un incantevole viaggio tinto nel giallo. Sto scrivendo di Storia di due anime di Alex Landragin edito da Nord.

La trama:

A Parigi, una ricca collezionista incarica un uomo di rilegare insieme tre manoscritti, composti in epoche diverse e da mani diverse. A una condizione: non leggerli. Ma quando viene a sapere che la donna è morta – qualcuno dice assassinata – il rilegatore rompe la promessa. Rimane così colpito – e turbato – dalla lettura dei manoscritti che decide di pubblicarli col titolo di Storia di due anime.

L’educazione di un mostro. Dopo essere stato investito da una carrozza, Charles Baudelaire viene soccorso e portato in una villa subito fuori Bruxelles. Anche se lui non l’ha mai vista, la misteriosa padrona di casa dimostra di conoscere il suo passato fin troppo bene. E gli fa una proposta inquietante…

La città fantasma. A Parigi, davanti alla tomba di Baudelaire, un uomo e una donna s’incontrano per la prima volta. Lui è un rifugiato tedesco, lei – Madeleine –, un’enigmatica appassionata di poesia. Con l’esercito nazista ormai alle porte, la città viene evacuata, ma i due decidono di restare. E, in quei giorni di passione, Madeleine gli racconta una storia incredibile: la storia di due anime che si perdono e si ritrovano da quasi due secoli. E poi gli chiede di partecipare a un’asta, dove si venderà il manoscritto di un racconto inedito di Charles Baudelaire, L’educazione di un mostro. L’uomo la asseconda, rimanendo così invischiato in una serie di brutali omicidi che sembrano portare la firma dell’esclusiva – ed elusiva – Société Baudelaire…

I racconti dell’albatro. È la storia di Alula, colei che ricorda, e di Koahu, colui che dimentica. Una storia che comincia al tramonto del XVIII secolo, in una sperduta isola del Pacifico, e si dipana fino ad arrivare a Parigi, nel 1940, davanti alla tomba di Charles Baudelaire, dove il cerchio si chiude. O forse no…
Un romanzo nel romanzo, in cui le tre storie possono essere lette una dopo l’altra oppure seguendo una sequenza alternativa di capitoli. Due esperienze di lettura, un’unica, eccezionale avventura letteraria.

L’autore:

Alex Landragin è nato in Francia da una famiglia di produttori di champagne, ma si è trasferito in Australia quand’era bambino. Dopo aver conseguito un master in Scrittura Creativa, è diventato autore di guide turistiche per Lonely Planet, prima di iniziare a lavorare a tempo pieno come copywriter. Ha vissuto a Washington, Parigi, New Orleans, Los Angeles, Alice Springs e Marsiglia, per poi stabilirsi definitivamente a Melbourne.

 

 

  • Titolo: Storia di due anime
  • Autore: Alex Landragin
  • Editore: Nord
  • Genere: Giallo storico
  • Data pubblicazione: settembre 2020
  • Numero pagine: 400
  • Prezzo copertina: 17,10
  • Prezzo e-book: 9,99 €
  • Narrazione: Prima persona

 

 

 

 

 

 

 

 

La mia recensione:

Questo romanzo mi ha letteralmente ipnotizzato. Un giallo storico avvincente e intrigante. Consigliato a tutti gli amanti di Baudelaire e Coco Chanel.

Vi lascerà senza fiato e vi creerà un senso di inquietudine.

Tra le mani avrete uno scritto che contiene tre racconti: l’educazione di un mostro, la città fantasma e i racconti dell’albatro.
Questi racconti sono stati consegnati dalla Baronessa ad un rilegatore per farne un manoscritto da collezione.

La collezionista aveva anche lasciato istruzioni su come affrontare la lettura di queste pagine indicando una precisa sequenza.

Potete quindi scegliere se leggerlo secondo la sequenza della baronessa o come fosse un unico romanzo, cioè nell’ordine in cui viene consegnato al lettore.

Quella che viene narrata è la storia di due amanti, Alula, colei che ricorda, e Kohau, colui che dimentica.
Due amanti che si perdono e si continuano a cercare in un intreccio senza fine.

I due vivevano in un’isola dove vigeva  la Legge che così viene spiegata:

“La Legge era il nostro bene più prezioso. Non ci apparteneva eravamo noi ad appartenerle.”

Alula aveva anche studiato un’arte magica e potente, quella dello scambio. Arte che viene spiegata magnificamente da questa frase:

” La nostra giovinezza era consacrata allo studio dello scambio. Ci veniva spiegato che ne esistono di tre diversi tipi. Il primo è lo scambio tra due iniziati. È il più semplice sebbene per compierlo occorrano molti anni di preparazione. Il secondo,  che  richiede un addestramento ancora più lungo, è lo scambio tra un iniziato è un novizio al termine del quale il novizio non conserva alcun ricordo di quanto è successo.
La terza è più nobile forma di scambio è lo scambio cosciente: anch’esso avviene tra un iniziato è un novizio ma una volta completato il novizio è in grado di ricordarsi tutto.

Per imparare a compiere questo tipo di scambio occorre un’intera vita di studio.
Tra tutti i comandamenti della Legge il più importante era questo: non esiste nessuno scambio senza tornare indietro. Infrangere questa legge avrebbe portato alla distruzione del mondo.”

Purtroppo assisterete a questa disfatta perché la Legge verrà  trasgredita. Vi troverete di fronte a una figura femminile immorale.

Essa è una ladra e una creatrice di mostri. Tutto per coronare il suo sogno d’amore.

Questa donna viene condannata ad una eterna ricerca di placare l’ira del mostro che lei stessa ha un creato. Un mostro vendicativo e assetato di sangue.

Però verranno coinvolti  anche personaggi innocenti che saranno sacrificati nel tentativo di rimettere ordine al caos creato.

Anche se vi è un intrigante gioco di sguardi sembra che al corpo non venga riservato nessun rispetto.
È solo un’involucro nel quale decidere di vivere o meno. Esso come un abito che si decide di cambiare quando è troppo vecchio.

Questo è l’aspetto più inquietante e intrigante allo stesso tempo. Perché viene messa in risalto l’anima  che qui sembra immortale.

Il lettore in qui vestirà i panni di un’anima dannata che ha disobbedito alla Legge e che per questo si trova condannata in questo intricato gioco di sguardi fatto nel tentativo di porre fine alla strage che lei stesso ha creato.

Vi troverete tra le mani un romanzo sensazionale, originale che narra di amore, morte e vendetta, raccontati in un modo delicato e ipnotico da Alex Landragin.
Quindi se siete pronti a farvi stregare da questo scritto non vi resta che invitarvi alla lettura di questo romanzo cliccando sul link che vedete qui sotto e….

BUONA LETTURA!!!