Recensione libro: Spiacente non sei il mio tipo di Anna Zarlenga

Buongiorno liberi e libere. Benvenuti ad il nostro consueto appuntamento con i libri. Se siete talmente testardi, radicati nelle vostre convinzioni che vi risulta difficile cambiare abbiamo un libro da consigliarvi che vi farà capovolgere le vostre idee. Stiamo parlando di Spiacente non sei il mio tipo di Anna Zarlenga.

La trama

Sara e Teo non potrebbero essere più diversi. Lei lavora come ricercatrice all’università, lui è un figlio di papà che presto o tardi erediterà una casa di produzione televisiva. Lei è bassina, ha forme morbide ed è poco appariscente, lui è il classico playboy sbruffone. In sostanza non hanno nulla in comune se non, a quanto pare, un’indiscussa antipatia per i matrimoni. Ed è proprio a una cerimonia di nozze che si conoscono e hanno modo di trovarsi insopportabili a vicenda.

La reciproca e dichiarata incompatibilità non impedisce loro di dare inizio a un battibecco che li porta, un po’ per sfida, un po’ per gioco, a oltrepassare il limite… Ma nessuno dei due dà peso alla cosa: sono perfettamente consapevoli di non piacersi e che non si incontreranno mai più. I piani del destino sono però ben altri.

Dopo una vita passata a dissipare soldi senza realizzare granché, Teo è costretto dal padre a riprendere a frequentare l’università: in caso contrario potrà dire addio al suo lavoro nell’azienda di famiglia. E il caso vuole che una delle sue docenti sia proprio l’insopportabile ragazza conosciuta mesi prima a un matrimonio…

L’autrice

nata a Napoli nel 1979, è laureata in Lettere moderne. Insegnante e madre a tempo pieno, blogger e lettrice per diletto, ha cominciato a sperimentare la scrittura un po’ per gioco. Da quel momento non si è più fermata.

 

  • Titolo: Spiacente non sei il mio tipo
  • Autore: Anna Zarlenga
  • Editore: Newton Compton
  • Genere: Romanzi rosa
  • Numero pagine: 284
  • Prezzo copertina: 8,50€
  • Prezzo e-book: 0,99€
  • Narrazione: Prima persona

 

 

 

La mia recensione

Quando si hanno idee talmente radicate, quando si hanno convinzioni ben precise è dura cambiare. E’ dura adottare nuove prospettive, nuovi  punti di vista e aprirsi a ciò a cui non siamo abituati. Per esempio se si pensa solo alla superficie, all’esteriorità è facile cadere vittima dei pregiudizi.

L’amore però è quel pizzico di magia che serve a sconvolgere il meccanismo e riesce a far vedere la vera bellezza, quella interiore. Questo è quanto vuole trasmettere Spiacente non sei il mio tipo di Anna Zarlenga.

Un volume travolgente che rapisce il lettore e lo imprigiona amorevolmente tra le sue pagine. Coinvolge e invita chi legge a cambiare i propri pensieri e convincerlo del fatto che alla fine è il cervello l’organo più importante. Perché si potrà anche essere belli ma il piacere di discutere con una mente in grado di ribaltare le carte in tavola, capace di farti vedere il mondo con occhi diversi è indiscutibile e di gran lunga superiore alla bellezza passeggera. Perché l’amore vuole anche essere stuzzicato intellettualmente non si accontenta di appagarsi solo con gli occhi. Inoltre l’amore non vuole cliché né stereotipi.

Ecco Spiacente non sei il mio tipo è tutto questo e non solo. In questo volume possiamo conoscere due protagonisti che sono come il sole e la luna. Due opposti.

Teo è un ragazzo affascinante. Odia i matrimoni. E’ convinto che solo le belle ragazze lo possano interessare. Non sembra darsi molta pena per il suo futuro e sembra crogiolarsi nel far nulla per la semplice fortuna di provenire da una buona famiglia.

Sara invece è totalmente la sua nemesi. Non spicca nè per bellezza nè per altezza nè per stile. Anche lei odia i matrimoni e ha sempre ritenuto che essere intelligenti conti di più dell’apparire. Inoltre si è sempre dedicata allo studio ed è decisa ad ottenere la cattedra di semiotica e non essere più solo precaria.

Questi due protagonisti che non potrebbero essere più diversi si incontrano fatalità ad un matrimonio e tra loro nasce un legame che sconvolge e mette in crisi le loro stesse aspettative. Per loro sarà difficile ammettere ciò che provano e affermare che la bellezza non è tutto. Teo inoltre farà un grande lavoro su sè stesso per ottenere tutta la fiducia di Sara. Alla fine però i due ci riusciranno e compiranno anche quel grande passo che mai si sarebbero immaginati di fare.

A mio modesto avviso un volume imperdibile. Mi ha ricordato per molti aspetti uno tra i miei film preferiti Come tu mi vuoi anche se ci sono delle differenze. Qui Sara, la protagonista aiuta Teo a superare gli esami e non essere diseredato dal padre stanco del figlio scioperato. Teo invece aiuta Sara a conquistare il professore di cui è invaghita, ad essere più femminile e valorizzarsi di più ma diventa come Pigmalione che si innamora della propria opera.

Non si rendono conto che è l’amore che mette loro le ali e a farli cambiare. Tra i due questo sentimento nasce come accade quasi sempre. Ovvero quando non lo cerchi e non nutri aspettative su esso. Accade quando ci si mostra per come si è veramente e non per come ci vogliono gli altri. E soprattutto ci si innamora di chi ci completa, ci rende felici.

Per questo coppia così sbagliata non potrebbe essere più azzeccata. Perchè Teo e Sara non indossano nessuna maschera, si rivelano fin da subito l’uno all’altro per come sono.

Entrambi dichiarano di non piacersi ma sarà proprio questo il tranello che li fà capitolare. Il fatto di avere abbassato le difese fa entrare in gioco l’amore che sconvolgerà le loro vite e li farà cambiare idea. Poi tra loro l’amore è nato anche dal fatto che entrambi erano insoddisfatti delle loro esistenze, volevano un cambiamento.

Teo si era stancato delle solite belle ragazze, quelle prevedibili che rimorchiava e aveva bisogno appunto di uno stimolo intellettuale datogli da Sara. Anche se prima che arriva a comprendere che si era stufato delle solite oche bisogna arrivare e più di metà romanzo. Sara invece doveva credere di più in sé stessa e non doveva farsi più mettere i piedi in testa da nessuno per questo impara da Teo che è l’ego fatto persona.

Dunque un volume meraviglioso che fa vedere come l’amore riesce a cambiare letteralmente la vista alle persone e aiuti ad incontrare la metà che ci completa e ci rende migliori anche se non era il nostro tipo.

Consigliatissimo a tutti coloro che credono che oltre alla bellezza, all’aspetto c’è di più, a chi ha bisogno di avere fede nell’amore e chi desidera passare qualche ora all’insegna della risata.

BUONA LETTURA!!!!