Recensione libro: Portami il diario di Valentina Petri

Buongiorno cari amici lettori. Siamo sempre qui per voi a tenervi compagnia con i nostri consigli per le vostre letture. Quest’oggi vogliamo proporvi un volume che siamo certi riuscirà a strapparvi grandi risate e farvi passare queste festività divertendovi. Un romanzo adatto a chi è adulto ma anche a chi è più giovane. Un libro che tratta di scuola. Una tematica che in  a noi di Liberamente sta molto a cuore e che in questo volume viene argomentata in maniera frizzante  e originale.

La trama

Quando entra in aula per la prima volta, Valentina è Quella Nuova e ha davanti ventotto futuri meccanici: c’è uno che si rifiuta di togliere gli auricolari e un altro che messaggia con la tipa; c’è Amebo che fissa il vuoto con aria indifferente; Piallato steso sul banco per nascondersi; il Trucido che ingurgita un panino al tonno. Siamo a settembre, ma l’anno scolastico sembra già lunghissimo. Eppure i giorni passano: passano sempre. E, tra petardi esplosi in cortile e turbolente gite all’Expo, capitano momenti di inaspettata meraviglia, in cui gli studenti abbassano la guardia e scelgono di fidarsi. Sono i momenti raccontati in questo libro, che ci riporta tra i banchi con lo sguardo amorevole e profondamente ironico di una prof davvero speciale. E ci ricorda che i ragazzi, se tendi loro la mano, sanno stupirti come nessun altro.

L’autrice

Professoressa di italiano presso l’Istituto Professionale Lombardi di Vercelli. Dopo essermi laureata in Lettere Moderne e dopo un oscuro passato di giovane commessa in libreria, ho insegnato in svariate scuole superiori di primo e secondo grado, maturando da subito l’idea che si tratti di un gran bel lavoro. Dal 2017 ho iniziato a raccontare in modo ironico il mondo della scuola, i personaggi che lo popolano, il suo tentativo di adeguarsi alla società di oggi e le sue contraddizioni, sulla pagina Facebook Portami il Diario, che ha superato recentemente i 50.000 followers. Nel mese di maggio è uscito il mio primo romanzo, “Portami il diario”, per i tipi di

 

  • Titolo: Portami il diario
  • Autore: Valentina Petri
  • Genere: Narrativa italiana
  • Editore: Rizzoli
  • Data pubblicazione: maggio 2020
  • Numero pagine: 416
  • Prezzo e-book: 9,99 €
  • Prezzo copertina: 17,10 €
  • Narrazione: Prima persona

 

 

 

 

 

La mia recensione

Parlando di scuola spesso lo scenario che ci viene in mente è quello delle ore trascorse tra i banchi ad ascoltare le spiegazioni prolisse e noiose, e poi i ricordi dei pomeriggi passati sui libri a studiare per le verifiche e le interrogazioni e anche del temuto esame di maturità. Il volume che stiamo per consigliarvi invece stravolgerà la vostra visione della scuola perché qui vi darà una visuale più sentita, veritiera e divertente.

Valentina Petri con un linguaggio sapiente e ironico riesce ad offrire uno spaccato di scuola davvero unico. Il suo punto di vista è chiaramente quello di una insegnante che svolge il suo lavoro con grande passione. Questa è la qualità che le consente, pian piano, di ottenere la fiducia dei suoi studenti e, giorno dopo giorno ad appassionarli alla sua materia. Dimostra con il suo atteggiamento di averli a cuore, di riuscire a “vederli” tutti, anche se nascosti tra gli ultimi banchi, o intenti a spolliciare con il telefonino.

Si nota ciò dal modo in cui narra le sue esperienze di vita scolastica. Al momento della scelta della presa in carico questa professoressa affronta l’ardua impresa di insegnare al professionale. Una decisione che la porta ad avere a che fare con classi difficili e poco motivate.

Ma la bellezza di questo volume è proprio il carattere di questa brillante insegnante che instaura un legame profondo con i suoi alunni. Riesce a mantenere la calma e la compostezza tale che le consente di raggiungere il suo scopo. Ovvero quello di lasciare un segno a questi ragazzi e a fare apprezzare loro il fascino delle parole, della lingua italiana.

Dimostra tutto il suo carisma, il suo personale tocco creativo nel riuscire ad educare i suoi armenti. E anche questi alunni riescono a coinvolgere sia il lettore che la stessa insegnante. Ognuno ha un suo particolare atteggiamento.

Nonostante la nostra insegnante sia “quella nuova”, i ragazzi dimostrano di averla presa in simpatia, la accolgono bene e lei stessa riesce a connettersi con loro nel modo migliore. Le danno delle dritte su come orientarsi non solo tra i corridoi ma anche con i suoi nuovi colleghi.

Si instaura così un rapporto di confidenza che permette alla professoressa di conoscere bene i suoi ragazzi. Ecco che il lettore verrà travolto dalle narrazioni non solo delle lezioni, delle gite scolastiche, ma anche delle avventure, o meglio, sventure amorose di uno dei suoi studenti.

Impossibile non affezionarsi a propria volta ai giovani meccanici, alle fanciulle modaiole e al temuto Gangsta Paradise. Alla fine del libro sembra praticamente di conoscerli. Ci si immagina

Un romanzo davvero gradevolissimo. Capace di appassionare, divertire e anche commuovere. Rimarrete incollati alle pagine di questo libro, riderete di gusto e apprezzerete le parole ricercate di una professoressa amante della cultura e del sapere.

Dunque non ci resta che invitarvi alla lettura di questo romanzo cliccando sul link che vedete qui sotto e…

Buona lettura!