Recensione libro: Paper Princess di Erin Watt

Buongiorno amici lettori, spero vi stiate riscaldando davanti a una bella tazza di cioccolata in queste fredde giornate d’autunno. Oggi voglio dare il mio parere su un libro che ha riscosso parecchio successo e fatto discutere. Sto parlando di Paper Princess.

La trama

Un patto che nasconde più di un segreto. Un sogno fragile come carta. Una passione che non darà tregua. A diciassette anni, Ella Harper ha già imparato a sbrigarsela da sola. Sempre in fuga, dalle difficoltà economiche e dagli uomini sbagliati di sua madre, si è districata tra mille lavori per riuscire a far quadrare i conti, studiare e costruirsi un futuro migliore. Finché, un giorno, nella sua vita compare un certo Callum Royal. Distinto ma deciso, nel suo costoso abito di sartoria, dice di essere il migliore amico del padre, che lei non ha mai conosciuto, nonché il suo tutore legale. In quanto tale, sarà lui d’ora in poi a sostenere le spese per il suo mantenimento e la sua istruzione, a patto che Ella accetti di vivere con lui e i suoi cinque figli. Ella sa che il sogno che Callum Royal sta cercando di venderle è sottile come carta. Ed è diffidente e furiosa. Ma ancora di più lo sono i fratelli Royal. Easton, Gideon, Sawyer, Sebastian e… Reed. Magnetici e pericolosi, non mancano di farla sentire un’intrusa: lei non appartiene, e non apparterrà mai, alla loro famiglia. E a nulla valgono i tentativi pacificatori di Callum. Ella però non è certo il tipo che si lascia intimorire, e le scintille a casa Royal non tardano ad arrivare. Soprattutto dopo un bacio rubato, che innescherà un’inarrestabile spirale di rabbia, gelosia e desiderio. Per non scottarsi, Ella dovrà imparare presto le regole del gioco… Dopo lo straordinario successo negli Stati Uniti, dove ha conquistato le lettrici e i vertici delle classifiche, diventando bestseller n.1 del New York Times, Paper Princess arriva finalmente in Italia. Già acclamato come il nuovo fenomeno editoriale dell’anno, è in corso di pubblicazione in 20 Paesi e in Germania ha esordito nella Top10 dei libri più venduti.

 

  • Titolo: Paper Princess
  • Autore: Erin Watt
  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Data pubblicazione: Maggio 2017
  • Numero pagine: 352
  • Prezzo cartaceo: 12,67 €
  • Prezzo Kindle: 8,99 €
  • Narrazione: Prima persona

 

 

 

 

 

 

La mia recensione

Ho letto questo romanzo attirata dal passaparola e dal grande passaparola e dal clamoroso successo che ha avuto tra il pubblico. C’è chi lo ha gradito e chi invece non lo ha apprezzato. Io mi schiero dalla parte di questi ultimi.

La trama non è delle più originali. Risulta già vista, banale. Viene raccontata la storia di questa ragazza orfana che per mantenersi fa la spogliarellista e che tutto ad un tratto, grazie ad un amico del suo defunto padre, si ritrova ricca sfondata. L’ho trovata la classica fortuna del principiante.

Se devo essere sincera ho provato un po di invidia per la protagonista Ella. Si perché oltre a ritrovarsi ricca si trova a vivere in una lussuosa villa assieme al suo “padrino” che le offre ben dieci mila dollari ogni mese fino al raggiungimento del diploma affinchè Ella smetta di fare uno squallido lavoro. Oltre a vivere con il padrino Ella convive anche con i suoi cinque figli con i quali ha un rapporto tutt’altro che fraterno. Con Reed, in particolare, il rapporto sfocia in amore e pulsione erotica.

Di questo volume ho apprezzato lo stile e come sono stati tratteggiati i personaggi. Riguardo lo stile restano impressi i dialoghi. Li ho trovati ben fatti e ad alto tasso erotico. Sono stati creati apposta per tenere desta l’attenzione del lettore e stuzzicarlo. Infatti tra Ella e Reed vi sono intriganti battibecchi e dialoghi che vanno avvampare il lettore alla sola lettura. Ho gradito come è stato messo in scena il rapporto tra i cinque fratelli. Un legame che risulta fraterno, contornato da innocenti prese in giro dando l’idea di uno scenario che ha il sapore di casa, di famiglia.

Riguardo ai personaggi, quelli che catturano di più l’attenzione del lettore sono tre. Il primo è protagonista, Ella, che ho stimato per il suo essere indipendente. Sceglie di trovarsi un lavoro in una pasticceria pur di non voler sembrare una mantenuta. é una ragazza che preferisce contare sulle sue sole forze piuttosto che dover chiedere qualcosa a qualcuno. Ho apprezzato anche il fatto che riesce a tenere testa a Reed a ai suoi fratelli che formano un bello squadrone. Il secondo è Callum Royal, padrino di Ella, uomo che tiene a cuore la formazione e il rendimento della protagonista. Inoltre non le fa mancare nulla e le assicura ogni tipo di confort. Infine Reed, che conquista per la sua mascolinità, per il suo fare intrigante e misterioso.

Dunque  questo libro per gli aspetti elencati sopra merita di essere letto ma non aggiunge nulla al genere romance, non lo arricchisce e non offre qualcosa di diverso al lettore. Proprio per questo non comprendo tutto lo scalpore che ha avuto nonostante i suoi punti a favore.