Recensione libro: Niente è come te di Sara Rattaro

Buongiorno carissimi liberi e libere. Siamo sempre qui per voi a tenervi compagnia con i nostri consigli per le vostre letture. Oggi vogliamo suggerirvi un libro che saprà arrivarvi dritto al cuore e che vi dimostrerà la grandezza dell’amore e di quanto si è disposti a mettersi in gioco per tale sentimento.

La trama

Nessuno fa solo cose giuste o sbagliate. Siamo luce e ombra insieme. Due scatole colme di libri, pupazzi e tante fotografie. Tutto il mondo di Margherita è racchiuso in quelle poche cose. In spalla il suo adorato violino e tra le mani un biglietto aereo per una terra lontana: l’Italia. La terra dove è nata e che non rivede da quando è piccola. Ma ora è lì che deve tornare. Perché a quasi quindici anni Margherita ha scoperto che a volte è la vita a decidere per noi. Perché c’è qualcuno che non aspetta altro che poterle stare accanto: Francesco, suo padre. Il suono assordante dell’assenza di Margherita ha riempito i suoi giorni per dieci anni. Da quando sua moglie è scappata in Danimarca con la loro figlia senza permettergli di vederla mai più. Francesco credeva fosse solo un viaggio. Non avrebbe mai pensato di vivere l’incubo peggiore della sua vita. Eppure, ora che Margherita è di nuovo con lui, è difficile ricucire quello che tanto tempo prima si è spezzato. Francesco ha davanti a sé un’adolescente che si sente sbagliata.
Perché a scuola è isolata dai suoi compagni e a casa passa le giornate chiusa nella sua stanza. Ma Francesco giorno dopo giorno cerca la strada per il suo cuore. Una strada fatta di piccoli ricordi comuni che riaffiorano. Perché le cose più preziose, come l’abbraccio di un padre, si possiedono senza doverle cercare.
E quando Margherita ha bisogno di lui come non mai, Francesco le sussurra all’orecchio poche semplici parole per farle capire quanto sia speciale: «Niente, ma proprio niente, è come te, Margherita».

L’autrice

«Sara Rattaro esplora con delicatezza i sentimenti umani.» Cristina De Stefano, «Elle» «Un’autrice che ha talento nel raccontare storie intense e toccanti.» Brunella Schisa, «il Venerdì di Repubblica» «Sara Rattaro descrive con maestria le fragilità delle relazioni.» «La Vanguardia» Sara Rattaro nasce e cresce a Genova, dove si laurea con lode in Biologia e Scienze della comunicazione. Nel 2010 esce per un piccolo editore il suo primo romanzo Sulla sedia sbagliata. Nel 2011 scrive il suo secondo romanzo Un uso qualunque di te, che ben presto scala le classifiche e diventa un fenomeno del passaparola. Il suo primo romanzo pubblicato con Garzanti è stato Non volare via, un successo con cui la scrittura di Sara ha conquistato i più importanti editori di tutta Europa. Niente è come te è uno dei romanzi italiani di cui si è più parlato all’ultima fiera di Londra. Un’autrice italiana venduta in tutta Europa –Questo testo si riferisce alla hardcover edizione.

 

  • Titolo: Niente è come te
  • Autore: Sara Rattaro
  • Editore: Garzanti
  • Genere: Narrativa italiana contemporanea
  • Data pubblicazione: settembre 2014
  • Numero pagine: 190
  • Prezzo copertina: 11,92 €
  • Prezzo e-book: 7,99 €
  • Narrazione: Prima persona

 

 

 

 

 

La mia recensione:

Avevo già avuto modo  di leggere e apprezzare altri volumi di questa autrice diventata la preferita di mia madre. E con Niente è come te mia ha letteralmente stupita. E’ un volume che ho gradito ancor di più de La giusta distanza, la sua ultima opera.

Qui troviamo la storia di un padre alla disperata ricerca di riuscire a riportare a casa in Italia, sua figlia Margherita. Toltale ingiustamente dalla sua ormai defunta moglie.

Viene narrato anche il delicato ambientarsi in una nuova realtà per quanto riguarda la giovane adolescente.

La vediamo alle prese con la conoscenza del suo vero padre e con la scoperta di una verità diversa rispetto a quella che le era sempre stata raccontata.

Questo volume merita la lettura e soprattutto l’acquisto per alcune motivazioni che elencherò di seguito.

Innanzitutto per la scelta di narrare la storia dal punto di vista di un padre.

Francesco, una figura adulta, più matura della donna della quale si era innamorato e che aveva sposato forse troppo tempestivamente. Egli cerca di riprendersi la figlia toltagli ingiustamente e senza alcuna ragione apparente.

Lo vediamo ricucire o meglio ricreare quel legame padre figlia che gli era stato negato a lungo.

Una decisione vincente che offre voce a tutti i padri che si sono trovati nella sua stessa situazione. Vicende non tutte a lieto fine come quella di cui leggiamo.

Perché oltre alla storia incredibile e tortuosa di Francesco e Margherita sono inseriti brevi racconti di genitori a cui sono stati strappati senza ragione i loro figli e che ancora oggi non sono riusciti a rivederli. Sono storie drammatiche, toccanti e commoventi.

Infine l’ultima motivazioni per cui vale la pena avere tra le mani questo prezioso libro è per la bravura di questa autrice.

Sara Rattaro scrive con il cuore. Tratta tematiche profonde che avvicinano molto il lettore, lo rendono partecipe.

Argomenti importanti e delicati, come per esempio qui il rapporto padre figlia e storie comuni di genitori a cui sono stati stapparti a torto i loro figli e che per riaverli hanno intrapreso una dura battaglia con la giustizia.

Altre invece sono state il matrimonio e il tempo che passa.

Sa far emergere tutta la potenza dei sentimenti con argomenti che possono riguardare tutti noi lettori e che vengono resi con una prosa scorrevole, sentimentale e veramente sentita.

Una prosa intensa, melodiosa e musicale come le corde di un violino, sapiente e lucida come la chimica e le scienze in generale.

Quindi non resta che invitarvi alla lettura di questo romanzo cliccando sul link che vedete qui sotto e…

BUONA LETTURA!!