Recensione libro: L’amore più giusto è quello sbagliato di Chelsea Fine

Buongiorno carissimi liberi e libere. Preparatevi ad emozionarvi e farvi trasportare dalle forza delle pagine de L’amore più giusto è quello sbagliato di Chelsea Fine edito da Mondadori. Un volume che stuzzicherà tutti i vostri sensi.

La trama

Ogni singolo giorno Pixie vorrebbe solo tornare indietro e cambiare il passato. Ma non può. Spera che l’estate trascorsa a lavorare nell’albergo della zia l’aiuti a dimenticare. Ma anche questo sembra impossibile: Levi è lì. Il ragazzo che era stato suo amico, e forse qualcosa in più, fino al momento in cui tutto è cambiato, per sempre. Levi vorrebbe solo chiedere scusa, ma sa che non basterebbe, in fondo lui è il vero colpevole della tragedia che li ha colpiti. Levi sa che dovrebbe stare lontano da Pixie, sarebbe meglio per tutti e due. Ma ogni sua singola parte desidera toccarla, proteggerla, stringerla forte e baciare via tutto il dolore. Ma Pixie appare così lontana, irraggiungibile. Eppure quegli occhi verdi che Levi incontra ogni giorno gli dicono forte e chiaro che non può vivere senza di lei.

L’autrice

Chelsea Fine vive a Phoenix con il marito e due figli. Adora i supereroi, il caffè e le calze strane. Non sa cucinare e odia i lavori di casa.

  • Titolo: L’amore più giusto è quello sbagliato
  • Autore:Chelsea Fine
  • Editore: Mondadori
  • Genere: Young Adult
  • Data pubblicazione: Ottobre 2015
  • Numero pagine: 286
  • Prezzo copertina: 18,50€
  • Prezzo e-book: 7,99€
  • Narrazione: Prima persona

 

 

 

La mia recensione

In questo volume che ricorda molto Uno splendido disastro mi sono imbattuta nella coppia di protagonisti più esilarante e bizzarra che abbia mai conosciuto nella storia dei romanzi rosa.

Pixie, ragazza minuta, bionda e con una cicatrice ben visibile sul petto in estate lavora e vive nello stesso albergo  dove il fato vuole lavori anche un suo amico di infanzia. Levi. Un ragazzo turbolento ma dall’animo sensibile. Una figura che non esita a farsi in quattro per le persone a cui tiene. Inoltre risulta molto protettivo nei confronti di Pixie della quale è sempre stato attratto.

Entrambi devono imparare a sopportarsi e fare i conti con un passato che li coinvolge in maniera dolorosa. Un passato che creato ferite ben visibili come dimostra la cicatrice che porta Pixie e che mette in discussione il rapporto tra questa strana coppia.

Di questo romanzo ho apprezzato soprattutto la costruzione dei personaggi e dialoghi carichi di stuzzicanti allusioni. Non si può non farsi travolgere dai dispetti che questa strana coppia si fa per punzecchiarsi . Come dimenticare la doccia fredda che Pixie deve fare ogni mattina perché quel demonio di Levi si accaparra sempre l’acqua calda prima di lei? E di come la protagonista si vendica costringendo Levi ad una rasatura metà?

Sono figure travolgenti e riescono a conquistare il lettore con la loro simpatia, i loro diverbi e gli scherzi che si giocano a vicenda. Sono i due poli opposti. Le due metà che però alla fine si congiungono per diventare una cosa sola.

Sono opposti perché hanno un diverso modo di esprimersi. Hanno reagito al dolore in maniera differente. Anche le emozioni vengono da loro elaborate e gestite in maniera opposta l’uno dall’altra. Levi le esterna sottoponendosi a massacranti esercizi e facendo lavori di riparazione per l’albergo che gli consentono di non pensare alla sofferenza che prova per la scomparsa della figura a lui più cara. Una perdita di cui si sente responsabile anche se non lo è.

Pixie invece comunica in maniera più creativa e diciamo pacata:cucinando e dipingendo. riesce a dare il meglio di sé quando ha a portata di mano un pennello, delle tempere e una tela sulla quale riversare tutto quando. Anch’essa deve elaborare il lutto. Lo stesso che coinvolge anche Levi. Inoltre deve fare i conti con una madre che non l’ha mai apprezzata e che la reputa la causa del suo fallimento.

Insieme Pixie e Levi riusciranno a fare pace con il passato e con loro stessi. Arrivano finalmente ad ammettere di qualcosa l’uno per l’altra e a dimostrare agli altri di essere una coppia perfetta nonostante la loro imperfezione.

Un volume che coinvolge anche per le figure che contornano questo duo e alle quali si finisce per affezionarsi.Come la migliore amica di Pixie. Una vera amica che non ha paura di offrire il suo appoggio, non ha peli sulla lingua. Dice le cose come stanno senza girarci tanto in torno. E la tenera capretta Marvin della quale si prende cura il miglior amico di Levi. Una creatura insolita ma che suscita simpatia.

Uno young adult avvincente che fa risaltare la forza dei sentimenti e la libertà di espressione. Un romanzo che mette in chiaro l’importanza di essere sempre se stessi, di sapersi apprezzare nonostante le cicatrici del passato. Si apprezza molto la narrazione che pone l’accento sui teneri battibecchi e gli scherzi che si fanno Pixie e Levi e non sottolinea troppo il loro passato di sofferenza. Cosa che non avviene in tutti gli young adult.

Quindi se anche voi volete immergervi nelle avventure di questa strana coppia cosa aspettate? Cliccate sul link che vedete qui sotto e …

BUONA LETTURA!!!