Recensione libro L’amore addosso di Sara Rattaro

Buongiorno carissimi liberi e libere: Qui è Luna a tenervi compagnia con altri consigli per le vostre letture. Oggi voglio consigliarvi un volume che farà breccia nel cuore di tutte le mamme e che vi farà sperimentare tutta la forza del sentimento più grande che esiste. Sto scrivendo de L’amore addosso di Sara Rattaro edito da Sperling &Kupfer

La trama

Una giovane donna attende con ansia fuori da una stanza d’ospedale. È stata lei ad accompagnare lì d’urgenza l’uomo che ora è ricoverato in gravi condizioni. È stata lei a soccorrerlo in spiaggia, mentre passava per caso, dice. Non dice – non può farlo – che invece erano insieme, che sono amanti. Lo stesso giorno, in un’altra ala dell’ospedale, una donna è in attesa di notizie sul marito, vittima di un incidente d’auto. Non era con lui al momento dell’impatto; non era rintracciabile mentre la famiglia, da ore, cercava di mettersi in contatto con lei. E adesso, quando la informano che in macchina con il marito c’era una sconosciuta, non sembra affatto stupita.

La prima donna è Giulia. La seconda è ancora Giulia. E il destino, con la sua ironia, ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall’altra, quella in cui vive di nascosto una passione assoluta e sfugge al perbenismo di sua madre – alle ipocrisie, ai non detti, a una verità inconfessabile. Una verità che perseguita Giulia come una spina sotto pelle; un segreto che fa di lei quell’essere così tormentato e unico, luminoso e buio; un vuoto d’amore che si porta addosso come una presenza ingombrante, un caos che può soltanto esplodere.

Perché l’amore è una voce che non puoi zittire e una forza che non puoi arrestare. L’unica spinta che può riportarti a ciò che sei veramente.

Sara Rattaro torna con L’amore addosso, una storia potente e sincera, che parla di famiglia e amore, amicizia e desideri inafferrabili. Una storia che mette a nudo gli alibi dietro cui ci nascondiamo per paura di ferire o essere giudicati, le bugie che diciamo per amore ma che solo un amore vero potrà poi perdonare. L’amore addosso è un romanzo in cui è la nostra stessa vita a raccontarsi tra le pagine e le emozioni ci arrivano dritte al cuore.

L’autrice

E’ autrice, tra gli altri successi, di “L’amore addosso” (Sperling & Kupfer). Laureata in Biologia e Scienze della Comunicazione, ha conseguito il master di divulgazione scientifica “Rasoio Occam” e ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. E’ oggi una delle più note scrittrici italiane, accolta con grande successo dai librai, lettori e critica. “Il cacciatore di sogni” è il suo primo romanzo per ragazzi, in libreria anche Sentirai parlare di me.

 

 

  • Titolo: L’amore addosso
  • Autore: Sara Rattaro
  • Editore: Sperling&Kupfer
  • Genere: Narrativa italiana contemporanea
  • Data pubblicazione: marzo 2017
  • Numero pagine: 240
  • Prezzo copertina: 8,45 €
  • Prezzo e-book:  7,99 €

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La mia recensione

Ho un debole per questa autrice che scrive con il cuore e trasporta il lettore in storie forti, ricche di emozioni, ponendolo di fronte a situazioni comuni ma comunque delicate. Sara Rattaro tratta argomenti forti in modo ricco e accorto. Approcciarsi a un suo libro significa dunque vivere una esperienza di coinvolgimento profondo.

In questo caso, con L’amore addosso, viene trattato il rapporto tra madre e figlia. Un legame complicato, ricco di sfumature, fatte di odio ed amore. Qui troviamo una madre che pensando di sapere cosa è meglio per sua figlia Giulia, compie un atto molto poco esemplare.

La protagonista così dopo questo gesto appare come una donna a metà, con la voglia di ribellarsi e rovinare la vita a chi l’ha rovinata a lei. Cosi con la madre intavola dialoghi in un cui volano parole avvelenate, piene di rabbia e rancore.

Giulia, si trova anche a tradire suo marito Emanuele, l’unico uomo che l’ha sempre amata e che le è stato accanto ma a cui non ha mai confidato il dolore che si porta dietro da quando aveva diciassette anni.

La persona con cui tradisce il marito è un uomo che le fa riprovare sensazioni che aveva dimenticato e con cui condivide questo trauma. Il legame tra i due diventa confidenziale e avrebbe potuto mettere in crisi i loro matrimoni, senonché questa persona che le ha fatto ritornare il cuore a battere ha un malore a cui non sopravvive.

Inaspettatamente questo fa cambiare il rapporto tra Giulia ed Emanuele, al quale confida la disperazione di essere una donna a metà. Il marito la comprende e con lei affronta un viaggio alla ricerca della verità.

Personalmente mi sono ritrovata nella protagonista e avrei agito nel suo stesso modo se mi fosse stata fatta la stessa cosa. La madre di Giulia è una persona perbenista, non accetta sbavature che possano incrinare il buon nome della sua famiglia. Per questo insabbia un fatto che avrebbe potuto mandare in crisi i piani di studio e di carriera che questa madre aveva per lei.

Non sono riuscita a perdonare questa donna, che sbaglia nascondendo alla figlia una verità che l’avrebbe aiutata nel suo percorso verso l’età adulta e non a vivere come se avesse dei conti in sospeso che non le permettono di stare tranquilla e avere un’esistenza piena e felice.

Un volume denso, di verità nascoste, di donne a metà in cerca di ricostruire e rimettere insieme i pezzi di una vita segnata dal dolore. Un romanzo che affronta la maternità in modo sentimentale, sincero, umano.

Non resta che invitarvi alla lettura di questo romanzo cliccando sul link che vedete qui sotto e …ù

BUONA LETTURA!!!

 

Su IBS occasioni libri fino al -40%