Iniziò tutto con un bacio di Miranda Dikinson

Buongiorno a tutti amici lettori. Spero siate pronti per una  nuova recensione. Oggi vi parlo di Iniziò tutto con un bacio di Miranda Dikinson, ideale per chi è un’inguaribile romantica ed è determinata a seguire il suo sogno.

La trama

Romily lavora come autrice di musiche per la pubblicità e nel weekend si esibisce con una band ai matrimoni. Pochi giorni prima di Natale, dopo essersi lanciata in una disastrosa dichiarazione d’amore al suo migliore amico, incontra un affascinante sconosciuto tra le bancarelle del mercatino di Birmingham. Tutto accade in un attimo: i loro occhi si incrociano e, senza una ragione apparente, i due si scambiano un bacio appassionato. Un minuto dopo, l’uomo scompare e Romily, sopraffatta dall’emozione, non ha neppure il tempo di chiedere il suo nome. I mesi passano, ma per lei è impossibile dimenticare quel bacio. Così, con l’aiuto e il sostegno degli amici, decide di dedicare il suo ventinovesimo anno alla ricerca di chi, con un solo bacio, l’ha stregata. Per poter condividere i suoi pensieri e i suoi sentimenti crea un blog che, con il passare del tempo, ha sempre più successo, così come la sua carriera di cantante. Ma, nonostante le affannose ricerche, l’uomo del bacio sembra essersi dissolto nel nulla. Romily, ormai scoraggiata, ha quasi deciso di abbandonare il sogno di ritrovarlo, ma proprio in occasione di un importante matrimonio, tra la folla intravede l’affascinante sconosciuto, con un abito davvero elegante… Possibile che sia arrivata troppo tardi? I grandi amori non dovrebbero resistere a tutti gli scherzi del destino? O forse la risposta è un’altra e il vero amore è sempre molto più vicino di quanto si creda.

 

 

  • Titolo: Iniziò tutto con un bacio
  • Autore: Miranda Dikinson
  • Editore: Newton Compton
  • Data uscita: febbraio 2013
  • Numero pagine: 340
  • Prezzo cartaceo: 4,43 €
  • Prezzo Kindle: 0,00 €
  • Narrazione: prima persona

 

 

 

 

 

 

 

La mia recensione

Consiglio questo romanzo per l’atmosfera calda e natalizia che si respira. Per le ambientazioni e per gli scenari da cartolina, o meglio da fiaba, che il lettore si trova a visualizzare.

Ci si ritrova infatti catapultati in vai luoghi e situazioni: nei mercatini di Natale di Birmingham, in compagnia della protagonista Rom; tra i tavoli dell’Harry’s bar ad ascoltare la reunion della band Pinstripes in cui ci si aggiorna sui prossimi concerti e le prove da fare; in uno dei matrimoni per cui il gruppo suona. Dunque ci si ritrova immersi in una nuvola fatta di neve e profumata di cannella, come i dolci che prepara la zia di Rom, Mags.
Immersi in questa nuvola si viene coinvolti nella storia di Rom. La dolce protagonista si dichiara al suo migliore amico il quale la rifiuta e subito dopo viene baciata da uno sconosciuto di cui si innamora. Da questo fugace incontro ecco che la donna inizia la sua avventura nella ricerca dello sconosciuto.

Ci si coinvolge nella ricerca di questo bel Baciatore Fantasma e si condivide la scelta di mettere tutto su un blog, anche per seguire gli sviluppi e ricevere sostegno. Il rendere pubblica la sua particolare vicenda serve a renderla più reale. Rom infatti ancora fatica a credere che quello che le è successo è vero.

Ho trovato un po’ bizzarro il fatto che Rom si innamori di una persona senza neanche averla conosciuta. Tuttavia è proprio questo, insieme alla ricerca del bel giovane, che rende il libro intrigante. Si perché mantiene viva l’attenzione del lettore che non vede l’ora di scoprire se la romantica protagonista coronerà il suo sogno d’amore.

Il lettore si trova ad indossare i panni di Sherlock Holmes e a fare il tifo per Rom affinché abbia il suo lieto fine. Chi legge viene stuzzicato e portato a chiedersi se dopo la ricerca i due si piaceranno ancora, se tra i due possa sbocciare il vero amore. Inoltre è interessante il fatto che la ricerca faccia emergere la vera personalità di Romily e delle persone che la affiancano. La bella innamorata infatti scoprirà chi le è veramente amico e la sostiene nella sua folle impresa e chi invece vuole solo approfittarsi di lei.

Di questo libro si apprezzano molto i personaggi. Ho gradito soprattutto la protagonista. Rom colpisce per il suo coraggio e la sua determinazione. Sceglie di non restare nel dubbio, nel chiedersi “come sarebbe stato se”. Inoltre travolge il lettore con la sua carica di positività.  Anche lo zio Dudley risulta simpatico per la sua eccentricità e la sua solerzia nell’aiutare la nipote nelle indagini. Pure la zia non scherza. Sforna delizie che hanno il dono di tirare su il morale a chiunque le assaggi. Mi hanno ricordato molto gli zii di Elizabeth Bennett di Orgoglio e Pregiudizio, per il fatto che sostengono la loro nipote in qualsiasi sua scelta e per certi aspetti sembrano svolgere più le veci di genitori che di zii.

Tra i personaggi si apprezza molto anche Wren, amica inseparabile di Rom che la sostiene nella sua ricerca. Condivide con lei la passione per la musica perché entrambe fanno parte della band. Risultano gradevoli anche Jack, amico d’infanzia della nostra protagonista con il quale scrive canzoni, perché risulta un personaggio su cui si può contare e confidarsi. Anche Dwayne appare una figura simpatica nonostante il suo essere un poco burbero. Guida i membri della band come fossero suoi figli. A volte però sembra un po’ scostante e distante riguardo agli impegni della stessa. Colpiscono anche Tom, chitarrista della band che sa sempre strappare una risata e non perde tempo ad attaccare bottone con le ragazze. E Charlie, che risulta indeciso. Dopo la dichiarazione di Rom appare spiazzato. Cambia atteggiamento e diventa distaccato e geloso. Sembra forse dimostrare sentimenti che prima teneva nascosti.
La musica è proprio il filo conduttore del libro. Si ritrovano i titoli delle canzoni più romantiche che esistano e che riescono a scaldare il lettore, proprio come l’atmosfera calda che si respira durante tutta la lettura. La musica scandisce le note di questo romanzo e accompagna il lettore nella romantica ricerca del ragazzo del mistero. Ma la musica non accompagna solo il lettore, ma anche gli sposi dei matrimoni che vengono citati in questo volume.

Graditissimi per una fan sfegata di Jane Austen i riferimenti ad Orgolgio e Pregiudizio che si trovano inseriti nel volume quando viene descritto uno dei matrimoni ai quali partecipano i Pinstripes.
Un libro perfetto da leggere, meglio se durante le vacanze di natale, avvolte da una calda coperta e con una bella tazza di cioccolata calda in mano. Un romanzo che riscalda il cuore e lo fa battere forte. Consigliato alle inguaribili romantiche perché fa regnare la speranza di trovare un lieto fine e soprattutto il vero amore.