Recensione libro: Il giardino degli incontri segreti

Buongiorno amici lettori. Sono tornata per tenervi compagnia con una nuova recensione. Oggi vi consiglio un libro mozzafiato e che saprà tenervi incollati fino all’ultima pagina.Sto parlando de Il giardino degli incontri segreti di Ludinda Riley, un’ autrice che adoro.

La trama:

Da bambina, Julia trascorreva molte ore felici nella incantevole tenuta di Wharton Park, dove suo nonno coltivava con passione le specie più rare ed esotiche di orchidee. Quando per un terribile colpo del destino la sua vita viene sconvolta, Julia – ormai un’affascinante e affermata pianista – torna istintivamente nei luoghi della sua infanzia. Spera con tutto il cuore che Wharton Park la aiuti a capire che direzione prendere, come è avvenuto in passato. Da poco, però, la tenuta è stata rilevata dal carismatico e ribelle Kit Crawford che, durante i lavori di ristrutturazione, ha trovato in villa un diario risalente al 1940, forse appartenuto proprio al nonno di Julia. E, mentre con l’avanzare dell’inverno l’attrazione tra Julia e Kit cresce di ora in ora, Julia sente la necessità di scoprire quale verità si nasconda dietro quelle pagine annotate. Ed è così che un terribile segreto sepolto per anni viene alla luce, un segreto potente, che ha quasi distrutto Wharton Park e che è destinato a cambiare per sempre anche il futuro di Julia.
Un’appassionante storia d’amore dove passato e presente si intrecciano senza sosta. Un racconto epico e commovente che rapisce fino alla fine.

 

  • Titolo: Il giardino degli incontri segreti
  • Autore: Lucinda Riley
  • Data pubblicazione: Maggio 2012
  • Editore: Giunti
  • Numero pagine: 624
  • Prezzo cartaceo: 5,87€
  • Prezzo Kindle: 4,99€
  • Narrazione: terza persona

 

 

 

 

 

 

La mia recensione:

Se siete in cerca di un romanzo avvincente, ricco di colpi di scena, che abbia una trama, sostenuta e che sappia trasportare in mondi esotici Il giardino degli incontri segreti è quello che fa per voi.

Un romanzo che mi ha saputo coinvolgere dall’inizio alla fine. Ha una trama appassionante, personaggi ben delineati e caratterizzati, descrizioni dettagliate e minuziose. Un libro che travolge e attira nella sua trama come una ragnatela.

Di questo volume ho apprezzato la struttura. L’autrice è stata brava nell’incastrare i personaggi in una trama ricca di colpi di scena. Una trama che tiene incollato il lettore il quale non vede l’ora di terminare il romanzo per scoprire come terminerà la tenera storia d’amore tra Lydia ed Harry

Chi legge rimane incantato dal tenero racconto della nonna della protagonista da perdere la cognizione del tempo perchè muore dalla voglia di saperne di più sulle storie che riguardano i personaggi che il lettore incontra. Ne rimane talmente coinvolto da entrare nel racconto al punto di diventarne parte integrante e immedesimarsi nei protagonisti.

Sono rimasta impressionata dalle descrizioni accurate e dettagliate che sono inserite nel libro e che fanno immergere il lettore tra le orchidee di riesce  quasi a sentire il profumo, o tra le stanze decorate di Wharton Park in compagnia di Olivia. Descrizioni che trasportano, fanno viaggiare il lettore in terre lontane dal sapore esotico e paradisiaco.

Infine l’autrice ha saputo creare personaggi unici, ben strutturati e caratterizzati di cui ci si affeziona. Per esempio mi ha conquistato la tenacia di Julia nel voler sapere la verità sulla morte di sua madre e di suo figlio. Una tenacia che finirà per sconvolgerla ma le farà anche incontrare il vero amore. Mi ha catturato la simpatia di Kit Crawford e sono rimasta piacevolmente colpita dalla sua delicatezza con cui si pone verso Julia. Si innamora di lei ma non cerca di farsi spazio nel suo cuore con irruenza anzi lo fa cercando di comprendere i suoi stati d’animo, ascoltandola e facendogli sentire la sua presenza sempre senza invadere i suoi spazi. Dunque appare un vero gentiluomo.

Sono rimasta basita invece dalla crudeltà di Harry, signore di Wharton Park, perchè sposa Olivia pur sapendo di non ricambiarla, pur sapendo di tenerla avvinta alla sua ragnatela solo per non perdere il buon nome della famiglia e solo per preservare il Palazzo e la sua rendita come voleva suo padre e come si aspetta faccia anche sua madre. Si dimostra insensibile verso Olivia, non la lascia libera di farsi una sua vita rendendola prigioniera in un palazzo che deve gestire dato che Harry parte per la guerra.

Ho compreso Olivia e mi sono immedesimata in lei, mi sono disperata con lei per la sua situazione di sposa non ricambiata, tradita che aspetta sempre che il suo compagno cambi e finisca per amarla o almeno per amare una solo futura creatura. L’ho apprezzata per il suo carattere duro, forte, non si perde d’animo e vuole mantenere in piedi l’onore della famiglia e di Wharton Park. Risulta il personaggio con cui mi sono sentita più in sintonia.

Mi ha intenerito la figura di Bill, dalla sua tenerezza con la quale accudisce la piccola Lydia, scoprendosì così un ottimo padre oltre che un vero esperto di botanica. Infine sono rimasta stupita dalla fgura di Lydia, un personaggio quasi etereo, che compare come fosse un fiore talmente delicato, talmente prezioso che bisogna conservarlo con cura. invece si rivela una figura molto energica che arriva a salvare tutta Wharton Park nonsotante prima fosse stata reclusa da esso, tenuta nascosta dallo spregevole Harry.

Dunque un romanzo unico, ben strrutturato e che saprà incontrare i gusti di tutti i lettori perché in esso sono presenti amore, intrighi, passione, avventura e azione. Un libro che consiglio di leggere per lo stile con cui vengono narrate le vicende, per i personaggi e perchè saprà coinvolgervi come pochi.