Crea sito

Recensione libro: Gelosia di Camilla Baresani

Buongiorno carissimi liberi e libere. Oggi ci vogliono rivolgere a tutti i lettori sposati e/o che hanno avuto relazioni con persone già legate. Il libro che stiamo per proporvi mostra con lucidità cosa spinge a tradire e cosa significa essere di qualcuno. Perché oggi vi suggeriamo Gelosia di Camilla Baresani edito da La nave di Teseo.

La trama

Proprio quando il tormento della gelosia sembra essere cessato, Antonio riceve una chiamata dalla sua ex amante che vuole rivederlo, ma il loro incontro avrà un esito imprevisto. Cosa gli ha rivelato, per fargli perdere il controllo fino a condurlo a un gesto che potrebbe essere irreversibile? Gelosia racconta le complicazioni dell’amore, le migliori intenzioni e il loro naufragio, la passione per il lavoro, la crisi economica e quella dei matrimoni, e una vendetta sottile e implacabile.

Antonio, affascinante caprese che ha scelto Milano per dar corpo ai propri sogni imprenditoriali; Sonia, sua ispida collaboratrice, che ogni giorno lo raggiunge da Como, dove abita con i genitori; Bettina, la moglie accuratamente scelta per creare una famiglia ideale, algida bellezza nordica e proprietaria di un campeggio sul lago di Garda: chi è il cattivo in questa storia? Chi è la vera vittima della gelosia?

 

L’autrice

Camilla Baresani, con la sua scrittura luminosa e graffiante, costruisce un romanzo che parla di tutti noi, e ci fa palpitare e sorridere nel feroce racconto delle debolezze di chi ama, o crede di amare.

Camilla Baresani, nata a Brescia, vive tra Roma e Milano. Ha scritto i romanzi Il plagio (2000), Sbadatamente ho fatto l’amore (2002), L’imperfezione dell’amore (2005), Un’estate fa (2010, Premio Hemingway e Premio Selezione Rapallo), Il sale rosa dell’Himalaya (2014, Premio Città di Vigevano e Premio Cortina d’Ampezzo), Gli sbafatori (2015).

È anche autrice del saggio Il piacere tra le righe (2003), dei racconti di TIC. Tipi Italiani Contemporanei (2006), di La cena delle meraviglie, con il critico-gourmet Allan Bay (2007) e di Vini, amori (2014) con Gelasio Gaetani d’Aragona. Collabora con il Corriere della Sera e con Grazia. Insegna scrittura creativa alla scuola Molly Bloom.

 

 

  • Titolo: Gelosia
  • Autore: Camilla Baresani
  • Editore: La nave di Teseo
  • Genere: Narrativa italiana
  • Data pubblicazione: settembre 2019
  • Numero pagine: 376
  • Prezzo copertina: 15,30€
  • Prezzo e-book: 9,99€
  • Narrazione: Terza persona

 

 

 

 

 

La mia recensione

I matrimoni sono complicati.Le relazioni tra uomo e donna sono complesse.Di mezzo ci sono incomprensioni , menzogne e soprattutto gelosia. Per quello che si desidera ma non si può avere. Per tutto quello che si vuole realizzare ma non si hai tempo di farlo.

La gelosia è un sentimento pericoloso. Spinge a commettere atti dei quali poi si finisce per pentirsi. La gelosia ci porta ad essere impulsivi  e mostrare un lato di noi che non sapevamo di avere.

L’autrice di questo volume è riuscita pienamente a descrivere questo sentimento. Perché mette in scena Antonio. Il protagonista maschile che più ho odiato in tutti i romanzi letti.

È bello, nato ad Anacapri. Ha creato la sua azienda che produce amenities dal nulla. Sono prodotti da bagno che vende agli esclusivi hotel cinque stelle.
Egli è una figura egoista, egocentrica. Un narcisista abituato ad avere tutto. Ma il tutto non gli basta. Non solo vuole tutto ma vuole anche il meglio.

Cosi sposa Bettina. Una protagonista nella quale è facile immedesimarsi. Bionda, alta, bella. Risulta un po’ insicura . È cresciuta senza padre e ha ereditato da sua nonna un camping sulla riva del Garda che gestisce egregiamente. Quando incontra Antonio tra loro scoppia la passione.

Sono diversi ma riescono a portare avanti una relazione che conduce al matrimonio. Con le difficoltà che esso comporta. Il loro lavoro li porta ad essere distanti. Forse è per questo che la loro relazione funziona.

Fa sentire meno il peso delle loro diversità e questo offre ad Antonio il via libera per dare prova al lettore di chi è veramente.
Infatti risulta il classico uomo ricco abituato solo ad essere compiaciuto. Arriva a tradire la moglie con la figura meno sospettabile che esista e per la quale quest’uomo prova un attrazione inspiegabile.
Senza la sua amante la vita di questa figura non quadra. Il suo piano malato è quello di portare avanti due relazione parallele tenendo segreta una donna all’altra.

Pero l’amante . Questa ragazza, Sonia, piccolina, che passa inosservata, comincia a rivendicare il suo ruolo. Quando capisce che che non arriverà mai ad ottenere nulla dal protagonista, che risulta veramente irritante, si vendica e lo fa nella maniera più perfida in assoluto.
Infatti Sonia è la figura che più mi ha coinvolto. Incarna la vittima per eccellenza. Un personaggio che può sembrare perfido. Alle spalle però ha un passato difficile.
Poi giustamente, quando si è innamorati si desidera l’amato tutto per se, non lo si vuole condividere con nessuno.
Per questo Sonia mette alle strette Antonio e fa si che dica la verità è si renda conto di che uomo sia.

Un romanzo che mette a nudo i sentimenti. Evidenzia cosa si prova quando ci si sente traditi e fa comprendere cosa voglia dire essere gelosi.
Dedicato a tutti coloro a cui è capitato di sentirsi gelosi ed essere traditi.
BUONA LETTURA!!!