Recensione libro: First. La mia prima volta di Laurie Elizabeth Flynn

Buongiorno liberi e libere. Settembre è ormai alle porte con il suo vento che soffia aria di nuovo. Di nuovi inizi, nuove speranze e nuovi incontri. Oggi ci rivolgiamo soprattutto alle nostre care libere che hanno bisogno di trovare il vero amore dopo avere ormai perso le speranze o semplicemente dopo avere fatto conoscenze sbagliate. Alle libere che desiderano ribellarsi alle forme di non amore. Infatti oggi suggeriamo la lettura di First. La mia prima volta di Laurie Elizabeth Flynn. Un volume che vuole dare voce a chi non c’è l’ha o a chi ha paura di farla sentire.

La trama

A diciassette anni, Mercedes Ayres ha le idee ben precise in fatto di sesso: la porta della sua camera da letto è aperta solo per ragazzi alla prima esperienza. Mercedes è pronta a indirizzarli e aiutarli, e in cambio chiede solo che rendano speciale la prima volta delle loro ragazze. Che sia una prima volta perfetta, quella che Mercedes non ha avuto. Mantenere il segreto su ciò che accade nella sua camera da letto è stato facile, fino ad ora.

Sua madre è sempre fuori casa durante il giorno e non immagina neppure quali siano le attività extra-scolastiche della figlia, e la sua migliore amica super religiosa, Angela, non è nemmeno in grado di nominare il sesso, dato che non è sposata… E poi, all’improvviso, qualcuno le chiede un trattamento speciale in cambio del silenzio… Quando la sua perfetta organizzazione va in frantumi, Mercedes dovrà cercare una soluzione per salvare la propria reputazione e capire qual è la strada che le sta indicando il cuore.

L’autrice

Ha frequentato la scuola di giornalismo e in seguito ha lavorato come modella, professione che l’ha portata in giro per il mondo. Vive a London, in Ontario, con il marito e il suo chihuahua. First. La mia prima volta è il suo romanzo d’esordio.

  • Titolo: First. La mia prima volta
  • Autore: Laurie Elizabeth Flynn
  • Editore: Newton Compton
  • Genere:Young adult
  • Data pubblicazione: 2016
  • Prezzo cartaceo: 8, 41€
  • Prezzo e-book: 3,99€
  • Narrazione: Prima persona

 

 

La mia recensione

Questo volume narra la storia di una ragazza, Mercedes, che decide di aiutare le persone vergini. Andando avanti con la lettura si scopre meglio la motivazione del perchè sceglie di farlo. Mercedes non ha mai avuto una prima volta come si deve. Perciò vuole insegnare il sesso ai ragazzi vergini affinchè regalino alle loro ragazze una prima volta indimenticabile. Non sa però che tutto questo le si ritorcerà contro facendo scatenare l’ira delle ragazze dei ragazzi con cui è andata a letto. Loro la etichettano come una poco di buono.

Ciò fa si che tutta la scuola la ritenga tale. Per fortuna degli amici la aiutano a superare la drammatica situazione. Infatti in suo aiuto accorrono Faye. L’amica tosta che sa sempre offrire buoni consigli. Zach, amico di letto e partner di chimica che si svela persona senza pregiudizi, sulla quale si può contare nel momento del bisogno. L’amico che quando stai male è pronto a portarti subito il brodino caldo. Una persona che ti ascolta sul serio e che nota ogni tuo piccolo cambiamento d’umore. Infine Ange. La migliore amica. Quella che sa mantenere qualsiasi segreto gli si confidi.

Dunque con l’inestimabile aiuto di questo trio Mercedes riuscirà ad affrontare la situazione che si è venuta a creare a scuola e a confidare un terribile segreto che si tiene dentro fin da quando aveva tredici anni.

Questo volume ha un alto indice di coinvolgimento. Mi ha saputo conquistare per varie ragioni. La prima è stata la bravura dell’autrice a nell’avere saputo mantenere viva la suspence in tutto il racconto e per avere creato figure dalla forte personalità come Mercedes. Figura interessante che tenta di ridurre il sesso a una mera questione di numeri e formule e ad utilizzarlo come forma di controllo verso l’altro. Evidente la sua voglia di vendetta tramite il gioco che si è inventata. Il problema è che la vendetta a volte serve a poco. Meglio utilizzare un altro modo per fare sapere agli altri il proprio dolore.

Anche Faye, Zach ed Ange sono personaggi che riescono ad entrare nel cuore del cuore del lettore. Loro non si limitano ad ascoltare le voci che circolano su Mercedes ma riescono a conoscerla meglio e a non badare a stupidi pettegolezzi. Una figura nella quale si fa fatica ad immedesimarsi è la madre di Mercedes. Personaggio dal carattere volubile.Non riesce a comunicare in modo efficace con sua figlia nè si accorge dei suoi cambiamenti. Non sembra preoccuparsi di quello che sta accadendo a Mercedes. Appare quindi distaccata e disinteressata.

Leggendo il volume si scopre che il personaggio che fa scaturire in Mercedes la voglia di far avere a tutte le ragazze la prima volta che non ha mai avuto è Charlie. La figura più rude che si possa incontrare. Un personaggio che non sa accettare un no come risposta e che per ripicca rivela i segreti più piccanti che avvengono nella Camera della protagonista la quale ha tenuto un diario in cui ha scritto tutto ciò che ha provato dopo aver aiutato ogni ragazzo con cui è stata..

Un volume scottante che fa riflettere. Aiuta a comprendere che è sbagliato giocare la carta del sesso sperando di dimenticare il trauma di una prima volta disastrosa. Inoltre fa capire che è ancora più sbagliato utilizzare il sesso come forma di controllo sulle persone, per sentirsi più coraggiosi. Altra cosa che questo volume vuole evidenziare è che ci si aspetta che i segreti restano tali ma immancabilmente essi vengono svelati. Comunque circondandosi delle persone giuste e delle quale ci si può fidare si può risolvere tutto.

Un volume che offre speranza a tutti coloro che hanno bisogno di credere nel prossimo, di avere fiducia anche nel vero amore che non scappa neanche durante i periodi più tempestosi. Un romanzo che invita a parlare e non stare in silenzio quando ci si sente in difficoltà, a ribellarsi a qualsiasi forma di non amore e incita a fare sentire la propria voce.