Recensione libro: Dove non esistono gli adii di Marzia Sicignano

Buongiorno carissimi liberi e libere. Qui è Luna a tenervi compagnia con altri consigli per le vostre letture. Quest’oggi voglio consigliarvi un romanzo che resterà impresso  nel vostro cuore e che scaverà a fondo nel vostro animo. Un volume che vi farà affrontare le vostre paure, che vi riscuoterà dai brutti pensieri e vi farà tornare la voglia di rimettervi in gioco. Sto scrivendo di Dove non esistono gli adii di Marzia Sicignano.

La trama

Da quando suo padre, l’unica persona che le sia mai piaciuta al mondo, se ne è andato, Asia non fa che scappare. Ha smesso di essere la bimba sempre allegra e innamorata della vita che era per rifugiarsi dove niente e nessuno può arrivare, pensando che quello fosse l’unico modo per salvarsi. Dentro di lei il vuoto, un vortice nero che la inghiotte senza lasciarle spazio per respirare, e tanta rabbia. Una rabbia che piano piano la consuma e che è l’unica cosa che sente, quelle rare volte in cui sente qualcosa. Da quando suo padre se ne è andato, Asia ha deciso che non ha senso credere nel futuro, e soprattutto nell’amore. Perché, questo lo ha imparato presto, niente e nessuno sarà mai all’altezza dell’idea di amore perfetto che le ha instillato suo padre. E poi è tutta un’illusione: non è vero che dura per sempre.

Non è vero che ti mette al riparo dalla sofferenza e dalla solitudine. Anzi. Alla fine le persone che ami se ne vanno sempre, e ogni volta si portano via un pezzo di cuore. E allora è meglio stare da soli e basta, non affezionarsi mai a niente. Poi però succede che nelle giornate tutte uguali di Asia piomba Claudia, lunghi capelli biondi e ricci, labbra sottili e un sorriso di quelli che portano le persone gentili. E i suoi propositi subiscono una scossa. Perché ogni volta che Asia incrocia il suo sguardo sente di non avere più il controllo di niente, nemmeno di se stessa. E allora, puntuale, torna la paura. E la voglia di scappare, di nuovo. Ma forse questa volta sarà diverso.

L’autrice

Marzia Sicignano è una studentessa universitaria. Ha iniziato a pubblicare le sue poesie sulla sua pagina Instagram Io, te e il mare, diventata poi il libro bestseller omonimo (Mondadori, 2018). Tra le sue altre pubblicazioni: Aria (Mondadori, 2019) e Dove non esistono gli addii (Mondadori, 2021).

 

  • Titolo: Dove non esistono gli adii
  • Autore: Marzia Sicignano
  • Editore: Mondadori
  • Genere: Young Adult
  • Data pubblicazione: 18 maggio 2021
  • Numero pagine: 180
  • Prezzo copertina: 16,15
  • Prezzo e-book: 9,99 €
  • Narrazione: Prima e terza persona

 

 

 

 

 

La mia recensione

Avevo già avuto modo di leggere un altro volume di Marzia Sicignano e ne ero rimasta piacevolmente colpita. Con Dove non esistono gli adii viene riconfermata la sua bravura e si ritrova le capacità di far sentire compreso il lettore.

Qui Marzia Sicignano mette in scena quella che è sostanzialmente la paura di ogni essere umano ma che riguarda principalmente i giovani. Si tratta della paura di vivere, di provare sentimenti.

Oramai preferiamo rintanarci nella nostra comoda casa e rifugiarci nella solitudine. Tutto per non affrontare le paura di legarsi a qualcuno e poi perderlo e dovergli dire addio.

Per questo, per evitare il dolore ci attacca a qualche appagamento momentaneo come il fumo, il cibo o qualsiasi altra gratificazione.

Asia, la protagonista, incarna perfettamente questo nuovo modello di gioventù. Dopo aver perso la figura a lei più cara ha smesso di sentire qualsiasi emozione, per non provare più dolore.

Questa giovane si sfoga fumando come una ciminiera e bevendo. L’unica cosa che la calma è il mare. Un posto che le ricorda bei momenti felici.

La rabbia che prova le impedisce di vedere oltre e soprattutto di imparare a conoscere se stessa.

Grazie alla psicologa e alla sua amica speciale Claudia, Asia ritrova il coraggio di vivere, di provare sentimenti e lasciarsi andare.

Questa giovane scopre che se non affronti le tue paure queste si ingigantiscono e ti presentano il conto.
Un conto che Asia ha pagato, infatti le sue paure si sono somatizzate sotto forma di tic e attacchi di panico.

Dopo aver provato a lasciarsi andare, i suoi timori si riconfermano con la sua amica speciale che la molla.
Asia ritorna dunque a soffrire, a rinchiudersi in se stessa nella sua solitudine.

Sa perfettamente che il suo dilemma ha un nome, infatti leggiamo:

“So che sono incasinata di brutto, che starmi accanto è difficile, che sono lunatica, che parlo troppo e penso di più così non vivo mai davvero.  So che ho così tanta paura che la trasmetto a chi mi ama. Ti chiudi in te stesso così tanto che pensi che nessuno potrà più toccarti. Poi arriva lei che ti fa pensare che non sei così male, che non esistono altre persone all’infuori di lei, altre persone a cui donarti. Poi alla fine se ne va. Ti accende la luce e poi la spegne. Ti fa sognare e poi ti sveglia.”

Altre certezze per Asia crollano quando scopre la verità su suo padre. L’uomo che credeva il suo eroe perfetto ma che perfetto non è.

Sua madre la aiuterà. Essa le offre una grande lezione. Un insegnamento esemplare, d’aiuto anche  a tutti i lettori che stanno affrontando lo stesso problema.

Le sue parole infatti saranno in grado di scuotervi e stimolarvi ad uscire dalla vostra confort zone.

Ecco queste sue parole che riporto qui di seguito:

”Amare qualcuno vuol dire accettare che non è perfetto, accettare che qualche volta dovrai comprenderlo. E così è la vita, Asia. Ed è quello che tu non vuoi capire, nascondendoti dietro la tua sofferenza. Ti devi lasciare andare. Lasciare che le cose vadano.

Ti sei imposta di non soffrire e il risultato è questo: hai smesso di vivere. Non esiste un mondo dove non esistono gli adii, non esiste vita dove non esiste il dolore e non esiste amore che non ti faccia soffrire. È tutto insieme, sempre.”

E questo è quello che dovremmo imparare tutti, sia giovani che adulti.
Stupisce che a mettere in bocca queste frasi alla madre di Asia sia una giovane autrice che in questo romanzo dimostra ancora una volta la sua maturità, la sua sensibilità d’animo.

Con Dove non esistono gli adii Marzia Sicignano offre preziose lezioni di vita a naviganti ancora inesperti.

Questa autrice riesce a cogliere il dramma che assilla i giovani d’oggi, un problema sempre più comune in questa società liquida. Il problema di saper gestire le emozioni da cui ci si lascia sopraffare. Mi sono ritrovata molto in Asia, ho compreso le sue fragilità e le sue insicurezze che me l’hanno resa vicina , un personaggio con il quale non solo io ma anche gli altri lettori potranno rispecchiarsi.

Un romanzo poetico, indimenticabile, che riesce a parlare al cuore dei lettori, li fa sentire compresi e li aiuta a vincere le loro paure.

Quindi se siete pronti a superare i vostri incubi peggiori cosa state aspettando? Cliccate sul link che vedete qui sotto e…

BUONA LETTURA!!!