Recensione libro: Come far perdere la testa al capo

Buongiorno carissimi liberi e libere. Siamo sempre qui per voi a tenervi compagnia con i nostri consigli per le vostre letture. Oggi vogliamo proporvi qualcosa di spumeggiante, divertente e con una buona dose di erotismo, che fa alzare ancora di più le temperature già bollenti di questo periodo. Pronti? Perché stiamo per presentarvi Come far perdere la testa al capo di Max Monroe edito da Always Publishing.

 

La trama

Georgia lavora come capo del marketing per TapNext, la app per incontri più popolare del momento. Ha una cariera invidiabile, è spumeggiante e simpatica, eppure, quando si tratta di uomini non ha proprio fortuna.
È persino obbligata a tenere un profilo suTapNext, rigorosamente anonimo, e da allora ha praticamente perso del tutto le speranze di trovare un uomo che non pensi che mandare foto di parti intime sia un modo gentile di fare conversazione. Anzi, quando riceve la quarta foto oscena in un solo giorno, decide che è il momento di rispondere a tono al profilo Sporco_Ruck. Inaspettatamente, superato “l’incidente”, l’uomo dietro il profilo si rivela brillante, divertente, persino piuttosto galante, e Georgia si trova sempre più in confidenza con lui.

Fino a che Kline Brooks, il suo bellissimo,ultra affascinante e ricchissimo capo, che ha tutti i numeri per essere il gentiluomo perfetto, non le chiede di accompagnarlo a un evento. Georgia non riesce a crederci, ma gli esiti di un solo esilarante appuntamento, di un quasi bacio e di una dose eccessiva di antistaminici, possono essere davvero imprevedibili. Kline viene colto completamente impreparato dalla connessione istantanea che lo lega alla spumeggiante Georgia.
E soprattutto viene colto impreparato quando capisce che è proprio Georgia a nascondersi dietro il profilo di Rose, la donna brillante con cui ha cominciato a scambiare messaggi su TapNext sono il nome di Sporco_Ruck.
Sarà il caso, per Kline, di rivelare questa fortunata coincidenza… o sfruttarla per conquistare una volta per tute il suo adorabile capo del marketing?

L’autore

Duo che si è unito sotto lo pseudonimo di Max Monroe. Compagne di scrittura e  amiche di lunga data che hanno unito le forze. Da allora questo autore ha pubblicato ben diciotto romanzi guadagnando posizioni prestigiose nelle classifiche internazionali come quella del NYT e USA TODAY. La loro fan più sfegatata è niente di meno che Collen Hoover.

 

 

  • Titolo: Come far perdere la testa al capo
  • Autore: Max Monroe
  • Editore: Always Publishing
  • Genere: Romanzi rosa
  • Data pubblicazione: settembre 2019
  • Numero pagine: 386
  • Prezzo copertina: 13,20 €
  • Prezzo e-book: 4,99 €
  • Narrazione: Prima persona Pov alternati

La mia recensione

Quando è estate si ha voglia di una lettura di evasione. Non troppo impegnativa e che ti faccia trascorrere qualche ora di totale spensieratezza e divertimento. Come far perdere la testa al capo era proprio quello di cui avevo bisogno. Non mi aspettavo però di affezionarmi così tanto ai personaggi che ho incontrato durante la lettura.
Figure simpatiche, ironiche, frizzanti.

Infatti mi sono ritrovata a fare la conoscenza di Georgia . La regina delle figure imbarazzanti. Che mi ha conquistato con la sua naturalezza, la sua spontaneità.

Mi ha colpito per il fatto di essere molto sicura di se e anche piuttosto testarda. Lavora come responsabile marketing per la Brooks Media, che ha inventato un’app di incontri, TapNext.

Lei essendo una ventiseienne single ha dovuto crearsi un profilo su questo portale con il quale si diverte a chattare con perfetti sconosciuti piuttosto sfacciati.

Il suo problema è che è ancora vergine e per lei è dura da accettare provenendo da una famiglia dai costumi piuttosto liberi e avendo una madre sessuologa che la spinge a tirare fuori la sua carica sessuale.

Chattando su questo sito scopre di entrare in sintonia con un uomo che si fa chiamare Sporco Ruck. Inaspettatamente però si fa notare anche dal suo capo, l’affascinante Kline Brooks, che la invita a una serata di beneficenza perché vuole dimostrare alla madre di essere capace di scegliere da solo la donna con cui vuole uscire.

Tra Georgia e Kline sembra scoccare la scintilla. Ma cosa fare quando si pensa di provare anche qualcosa per la persona virtuale con cui si era in contatto? Meglio scegliere la vita reale o quella virtuale? E se vita reale e virtuale coincidessero? Lascio a voi il piacere di leggere e trovare la risposta a questo dilemma.

Di questo volume ho gradito ogni singola pagina. Anche se alcuni aspetti li avrei curati di più. Per esempio il modo in cui la protagonista incontra i genitori del suo capo. L’ho trovato scontato.

Anche i riferimenti erotici avrei preferito fossero meno marcati e al limite del volgare. Ma sono solo sottigliezze che contano poco. Perché i personaggi sono stati ben caratterizzati e hanno una forte e decisa personalità.

Partendo da Georgia. Conquista, o meglio, contagia il lettore con il suo buon umore, la sua spontaneità e la sua fiducia in se stessa. Sa quello che vuole e non è disposta ad abbassare i suoi standard. Sembra essere una calamita per le situazioni imbarazzanti. Si caccia piuttosto spesso e volentieri in eventi a dir poco esilaranti anche se ne esce sempre a testa alta.

Sa farsi volere bene da tutti e tutti la trovano adorabile perché viene descritta come piccola e dalle belle forme.
Il suo marchio di fabbrica è l’indiscrezione, la sua irriverenza. Non si fa problemi a dire come la pensa. Ed è un lato che non mi è dispiaciuto affatto. Perché non ha senso nascondere ciò che si è.

Passando a Kline Brooks. Libere che state leggendo questa recensione preparatevi perché state per fare l’incontro con il miliardario più affascinante che esista nella storia di tutti i romanzi rosa.
Appare diverso da tutti gli altri perché a dispetto del suo conto in banca conduce una vita piuttosto semplice e spartana. È modesto e onesto.

Non vive nel lusso più sfrenato. Ed è una cosa che ho davvero apprezzato perché a differenza di altri volumi su ricchi ereditieri che spiattellano in faccia il loro denaro qui invece vediamo che questo aspetto passa in secondo piano.

Kline è la dimostrazione che i soldi non fanno la felicità. Non sono tutto nella vita. Ed è meglio essere sempre oculati.

Poi cosa te ne fai di un super attico nel più alto grattacielo di New York se non hai nessuno con cui condividerlo? Per questo questo aitante miliardario merita a mio parere un bel 10 e lode.

Anche perché lo vediamo mettersi a nudo, farsi conquistare dalla sua responsabile marketing. Lo vediamo mettersi letteralmente in vendita per amore.

Cio lo ha reso ancora più adorabile.

Con Georgia vuole fare le cose in grande, vuole condividere tutto, anzi è disposto a cedere tutto a lei.

In questo romanzo si fa anche la conoscenza dei migliori amici di questa spumeggiante coppia, Cassie e Thach. Tra questi ultimi sembra sbocciare qualcosa e da lettrice sarei curiosa di saperne di più.
Inoltre mi piacerebbe sapere come si evolvono le cose tra la strana coppia. Sapere se nasceranno dei mini Kline o delle mini Georgia. E so che in America è già uscito il seguito di questo volume. Dunque non resta che attendere che venga tradotto e pubblicato anche in Italia.

Quindi se siete pronti a farvi contagiare dalla sinergia di questo duo che potrebbe essere degno di comparire in una sitcom cosa state aspettando? Andate a cliccare sul link che vedete qui sotto e…

BUONA LETTURA!!!