Recensione libro: Bellissime di Flavia Piccinni

Mie care libere e liberi benvenuti. Siamo sempre qui con voi e per voi per offrirvi i nostri consigli di lettura.

Oggi speriamo siate carichi perchè tratteremo di un argomento che sta diventando sempre più importante ovvero la bellezza e tutto quello che il suo significato porta con sè.

Concetto che viene analizzato con lucida precisione nel saggio che vi proponiamo intitolato Bellissime di Flavia Piccinni.

La trama

Ci sono bambine che imparano presto a truccarsi, a sorridere, a essere simpatiche e maliziose. Hanno mamme disposte a guidare ore e ore nella notte per portarle a sfilare a Pitti Bimbo e padri capaci di organizzare tour de force per trovare il vestito adatto ad un casting.

Sono bambine di quattro, cinque, sei anni che popolano un mondo poco noto, spesso nascosto, che si declina attraverso riviste patinate, cataloghi e pubblicità.

Un mondo sommerso che non può superare il metro e trenta di altezza, e che è destinato a farsi perpetuo laboratorio di stereotipi fra promesse di futuro e frustrazioni.

Dai centri commerciali del napoletano alle periferie toscane, passando per la riviera romagnola e l’interland milanese, Flavia Piccinni ha seguito decine di selezioni, sfilate e concorsi di bellezza.

Attraverso un viaggio memorabile nell’infanzia di oggi, Bellissime racconta di baby miss e di madri, di sogni che a volte si trasformano in  incubi, di ambizioni, speranze, svelando come nascono i modelli di comportamento e di gusto che tutti acquisiamo attraverso i media e di cosa questi modelli possono produrre sulla nostra pelle e su quella dei più piccoli.

Firmando un ritratto toccante e realistico, Flavia Piccinni accende una luce nel mondo delle bambine di oggi che molto avranno a che fare con quello che sarà l’Italia nei prossimi trenta, quaranta, cinquant’anni.

 

  • Titolo: Bellissime, baby miss, giovani modelli e aspiranti lolite
  • Autore: Flavia Piccinni
  • Editore: Fandango libri
  • Numero pagine: 199
  • Prezzo cartaceo: 16,00 €
  • Prezzo e – book: 9,99€
  • Narrazione:Prima persona

 

 

 

 

 

La mia recensione

In questo saggio scopriamo che già fin da piccoli si pensa al concetto di bello. Ci sono bambine, ragazzine e donne ma anche uomini che per raggiungere questo stato fanno di tutto.

Qui Flavia  Piccini intervista mamme che spingono la loro prole a partecipare fin da piccolissimi ai vari ai vari concorsi.

In particolare viene trattata la guerra per riuscire a far sfilare questi bambini per la famosa Pitti bimbo. Questa manifestazione non si fa scrupoli a trattare i giovanissimi come fossero già modelli conclamati.

Se i genitori pensano che per i figli sfilare sia solo un bel gioco, parlando con loro, l’intervistatore scopre che invece prendono le sfilate come un vero e proprio lavoro.

Dalle ‘interviste si nota che le bambine sembrano prendersela maggiormente se non riescono ad ottenere la partecipazione a queste prestigiose sfilate, mentre i bambini la prendono in maniera più sportiva.

Emerge inoltre che le persone più competitive sembrano i genitori di questi piccoli. Essi cercano di fare di tutto pur di riuscire a farli sfilare. Questo perché spesso è dai figli che riescono a ricavare lo stipendio per far andare avanti la famiglia.

Un’altro aspetto importante che affiora da queste interviste è che la bellezza sembra essere un vero e proprio stato emotivo. Una bambina con la quale parla l’intervistatrice infatti afferma che è dispiaciuta per le persone brutte. Le considera tristi, rimarcando così quanto ormai la bellezza sia diventata di fondamentale importanza per riuscire a farsi un nome in questa società.

Andando avanti con la lettura di questo saggio scopriamo che comunque c’è la consapevolezza che la bellezza non è eterna. Magari può durare solo finché si è giovanissimi, come capita ai piccoli intervistati o può durare anche di più. Una mamma, infatti, afferma saggiamente che l’importante è che ci si riesca a realizzare, si studi e si diventi intelligenti. La bellezza è appunto effimera e può durare solo come la vita di una delicata farfalla.

Volume consigliato a coloro che desiderano approfondire questo tema, con il desiderio di capire come si è evoluto il concetto di bello e quanto esso sia diventato sempre più rilevante nella società moderna.

Un saggio che saprà farvi riflettere e e offrirvi un prezioso ritratto di questa società moderna fondata sull’apparire.