Recensione libro: Adesso Splendi

Buongiorno carissimi liberi e libere. Come state? Non sentite lo spirito natalizia che inizia ad aleggiare nell’aria e vi fa sentire il desiderio di brillare? Se lo sentite ho un consiglio di lettura dedicato a tutte le libere che sono determinate a raggiungere i loro obiettivi, che vogliono far sentire la loro voce e contribuire alla società. Sto scrivendo di Adesso splendi di Susie Orman Schnall edito da Felitrinelli.

La trama:

New York, 1939. La fiera mondiale più grande e sfarzosa di sempre sta per cominciare, inaugurata da Roosevelt in persona, e Vivi Holden ha l’occasione per splendere. Dopo una lunga gavetta a Los Angeles come aspirante attrice, sempre eclissata da starlette più raccomandate e spregiudicate di lei, sarà la stella dell’Aquacade, lo spettacolo di nuoto sincronizzato più atteso della manifestazione.

Poco importa che Vivi non sia Esther Williams e che non sappia come danzare e sorridere sott’acqua senza annegare: è decisa a non farsi sfuggire la sua grande occasione. Anche Maxine Roth, aspirante giornalista, ha sogni di gloria: scrivere per “The New York Times”.

Il suo professore, però, aveva altri piani per lei e le ha procurato uno stage nel giornale che si occupa di pubblicare il programma della fiera. Maxine dovrà trovare il modo per farsi comunque notare. Le due ragazze si conoscono nella sfavillante e inarrestabile New York, mentre lottano per farsi largo in un mondo dominato da pregiudizi, segreti e uomini che pretendono di avere il controllo delle loro vite. L’amicizia farà emergere il meglio di loro, ricordando a entrambe di non smettere mai di lottare per ciò che più conta e che le farà davvero splendere.

  • Titolo: Adesso splendi
  • Autore: Susie Orman Schnall
  • Editore: Feltrinelli
  • Genere: Narrativa americana di genere
  • Data pubblicazione: febbraio 2021
  • Numero pagine: 320
  • Prezzo copertina: 13,86 €
  • Prezzo e-book: 11,99 €
  • Narrazione: terza persona Pov alternati

La mia recensione:

Adoro lo stile e la prosa di Susie Orman Schanll. Riesce, grazie ad una approfondita documentazione, a trasportare il lettore nell’ambiente e nell’epoca prefissati e rendere le usanze e i costumi e fa valere l’ uguaglianza dei generi.

In questo caso qui siamo a New York, precisamente nel 1939, quando il presidente Roosvelt annuncia la più grande fiera internazionale mai esistita, chiamata Esposizione universale, che ha come tema “Costruire il mondo di domani”.

Una tematica importante, che vede per l’occasione la costruzione di edifici spettacolari e in cui si è proiettati verso l’accoglienza e l’unione di tutte le maggiori potenze mondiali.

Quello che però questo romanzo mette in luce è soprattutto la tenacia e la forza delle donne. Non più relegate ai margini anzi desiderose di farsi strada nel mondo.

In particolare qui vengono narrate le storie di due donne le cui vite si incontrano per creare un’amicizia duratura, fondata sulla collaborazione.

Una è quella di Vivi, giovane aspirante attrice che però riceve sempre ruoli marginali e poco adatti alla sua figura, che si trova improvvisamente a diventare una stella internazionale impersonando Acquabelle Number One all’Acquacade, situato nella zona spettacoli della famosa Esposizione Universale.

L’altra vicenda è quella di Maxine, giovane e intraprendente, desiderosa di scalare le vette del giornalismo e che invece si ritrova a redigere i programmi quotidiani che avvengono alla fiera per il “Todays at the fair”. In questo ambiente Maxine, scopre che per realizzarsi bisogna avere tenacia.

E questa ragazza ha una determinazione e una grinta unica. Incredibile come la sua forza di volontà le permetta di raggiungere il suo scopo e non solo, perché Maxine, sdogana i principi di un mondo maschilista, nel quale solo il genere maschile può eccellere.

Anche Vivi non è da meno. La sua vita e la sua carriera non sono stati facili. Per diventare attrice ha dovuto cambiare nome, colore di capelli e assumere pose che la estraniavano ancora da se stessa e non la gratificavo. Grazie anche all’esperienza fatta all’Acquacade e all’aiuto di Maxine trova la sua vera vocazione diventando portavoce di un’associazione che supporta le donne.

Quindi, essendo io stessa convinta delle pari opportunità, consiglio vivamente a tutti i lettori che sono dello stesso parere a leggere questo romanzo e anche ad acquistarlo.

Questo volume infatti riesce a trasmettere tutta l’energia, la forza e la tenacia che servono per diventare finalmente ciò che siamo, di scoprire qual’è la nostra vocazione e trovare il coraggio di brillare. Perché tutti hanno il diritto di realizzarsi e sentirsi realizzati.

BUONA LETTURA!!!

Su laFeltrinelli.it il regalo da Favola firmato Isabelle Allende

TradeTracker WebSite