Recensione film: Cosa mi lasci di te

Buongiorno carissimi liberi e libere. Siamo sempre qui per voi a tenervi compagnia con le nostre recensioni. Quest’oggi vogliamo proporvi la visione di un film che vi commuoverà e lascerà un messaggio di speranza. Sentimento di cui sempre di più abbiamo bisogno in questi giorni. Si tratta di Cosa mi lasci di te.

La trama

Jeremy è poco più che un ragazzo quando incontra Melissa e una cosa gli è chiara fin dal primo momento: è la donna della sua vita. Tra i due sboccia un amore potentissimo, travolto troppo presto da una notizia sconvolgente che dà una svolta dolorosa alle loro esistenze: Melissa è affetta da una grave malattia che rischia di non lasciarle scampo. Malgrado questo, decidono di sposarsi e di avere fiducia fino all’ultimo. Perché, per quanto breve possa essere il tempo che vivranno uniti, i loro destini si sono incrociati e niente, nemmeno la morte, potrà tenerli lontani.

 

  • Titolo: Cosa mi lasci di te;
  • Regia: Andrew Erwin, Jon Erwin;
  • Genere: Romantico, drammatico;
  • Data uscita: aprile 2020 (in streaming);
  • Durata: 115 m;
  • Paese: Usa;
  • Cast: K.J. Apa, Abigail Cowen, Nathan Parsons, Britt Robertson, Gary Sinise, Melissa Roxburgh, Shania Twain

 

 

 

 

 

 

 

La mia recensione

Chi mi conosce sa che ho un debole per KJApa. Dunque non ho potuto non guardare Cosa mi lasci di te, in cui questo brillante attore mette in mostra tutte le sue doti compresa quella di cantante.

Questo film narra la storia di un cantante cristiano canadese Jeremy Camp. La sua vicenda è segnata da gioie e dolori e questo lo porta a mettere in discussione il suo rapporto con la fede. Grazie all’insegnamento di Melissa però, ritrova il coraggio di andare avanti ed riprendere la carriera di cantante che aveva abbandonato.

Il messaggio di questa ragazza è che bisogna credere, bisogna avere speranza, perché arriverà un giorno in cui finiranno le lacrime e la sofferenza.

Dal dolore possono nascere cose bellissime come, per esempio, i componimenti che Jeremy scriverà e canterà per ricordare Melissa e la sua dura lotta per sconfiggere una brutta malattia.

Anche se non sono molto praticante consiglio questa pellicola a chiunque. Riesce a trasmettere un senso di raccoglimento, di preghiera. Riesce ad avvicinare gli uni agli altri e trasporta in un abbraccio più grande e immenso che è quello di Dio.

Ammirevole e straziante l’atteggiamento di Jeremy che, folle d’amore per Melissa, accetta di restare accanto a lei nella gioia e nel dolore. Toccanti le sue parole d’amore per lei:

  Voglio che tu sappia che in qualunque caso, in qualsiasi circostanza io sarò con te. Ogni passo, ogni momento sarò con te. Ci    sono, sono pronto e…sai se ci sposeremo avremo molte cose di cui parlare.

Scoperta la malattia della sua consorte questo giovane uomo si prende cura della sua sposa e non l’abbandona fino all’ultimo respiro. Una cosa non comune perché molti di fronte a tanta sofferenza avrebbero gettato la spugna.

La cosa che stupisce di più però è che è proprio la tenera Melissa a dare la forza al cantante e a non fargli perdere le speranze. Saranno proprio le memorie scritte da questa giovane sul suo diario poco prima di morire a far ritornare Jeremy a cantare. Perché la scomparsa della sua sposa l’ha scosso a tal punto da rischiare di fargli perdere la fede.

 

La fervida convinzione di Melissa di un progetto più grande per lei è  ribadita da questa sue frasi :

Ci sono delle storie in cui si guarisce e i miracoli accadono davvero. Altre in cui siamo destinati a soffrire e a morire. Ma io ho capito una cosa. Entrambe le storie hanno un significato perché ognuna è il capitolo di una storia più grande.

Se la vita di una sola persona cambierà grazie a me, a quello che sto attraversando, ne sarà valsa la pena.

Comprensibile l’atteggiamento di Melissa che si trova a lottare contro qualcosa più grande di lei. Fa fatica ad accettarlo perché è giovane, prova rabbia e dolore ma spera che questo possa essere utile a qualcuno. Questo anche grazie a Jeremy che la celebra in ogni concerto e la ricorda in ogni suo testo.

Impeccabile la recitazione di KJApa e della figura che impersona Melissa. Entrambi si sono immedesimati in modo naturale nei personaggi che interpretano e riescono a trasmettere quello che provano in maniera chiara, palpabile.

l’unico appunto che ho da fare concerne il come viene mostrata la scoperta della malattia di Melissa, ridotta ad una scena frettolosa e poco realistica, ma questa è davvero l’unica pecca.

Quindi se volete guardare qualcosa di toccante, pieno d’amore e allo stesso tempo di spessore Cosa mi lasci di te è quello che fa per voi.
Esso trasmette infatti uno dei messaggi più belli di sempre che è quello di continuare a credere anche quando ti senti smarrito, anche quando ti sembra di aver perso tutto.

Non ci resta che lasciarvi alla visione di questo film cliccando sul link che vedete qui sotto e…

BUONA VISIONE!!!